Émile Zola

Scrittore francese (1840-1902), Zola si affermò come critico d’arte, difese l’impressionismo e fu teorico del naturalismo, di cui offrì un modello nella sua opera narrativa, da Teresa Raquin (1868) a Germinal (1885). Vagheggiò un grande ciclo di romanzi fondato su «documenti umani», che pubblicò in più di venti anni accentuando l’osservazione della vita del suo tempo, senza rifuggire da immagini brutali e da particolari audaci. Nelle polemiche provocate dall' «Affaire Dreyfus» prese posizione a favore dell'innocente attraverso una serie di articoli culminati nella lettera aperta J’accuse al presidente della Repubblica.

Rassegna stampa > Autore >

Seguici su