Léopold Sédar Senghor

Il poeta presidente

a cura di Massimo Luconi

Collana: Sorbonne - Biografie , In preparazione
ISBN: 978-88-6799-405-2

Formato: 12x18
Pagine: 128
Legatura: brossura

Senghor nasce in Senegal nel 1906. Politico e poeta in lingua francese, è considerato uno dei padri della négritude, cioè del ritorno alla cultura africana e della sua riappropriazione da parte dei popoli colonizzati, in risposta alla cultura europea imposta dai colonizzatori. È accademico, insegnante e partecipa alla Resistenza in Francia. Nel 1960 diventa presidente della Repubblica senegalese fino al 1980. Queste pagine ci restituiscono le parole di un importantissimo «intellettuale pubblico», tutt'oggi centrale negli studi post-coloniali, che per tutta la vita si è mosso sul confine tra la rivendicazione dell'indipendenza africana e l'apertura verso l'Occidente, tra tradizione e contaminazione.

Rassegna stampa > Autore ( Massimo Luconi )

Seguici su