Il comunismo spiegato ai bambini capitalisti

(E a tutti quelli che lo vogliono conoscere)

di Gérard Thomas

€ 9,90
€ 8,42 sconto WEB 15% e spedizione postale gratuita
Collana: Beaubourg - Varia
ISBN: 978-88-6799-151-8

Formato: 12 x 19
Pagine: 224
Legatura: brossura

Traduzione di Tommaso Gurrieri

Leggi le prime pagine  

Appena pubblicato in Francia, è un libro che racconta una delle più grandi avventure della storia dell’uomo e ci fa capire più di tanta retorica perché quello che abbiamo intorno non è l’unico dei mondi possibili. Dai sumeri a Gesù Cristo, da Rousseau a Marx, da Che Guevara a Pasolini, dalle rivolte contadine medievali alla Rivoluzione Francese, dal luddismo al Sessantotto, il racconto semplice e immediato - ma anche storicamente documentato e coerentemente politico - sull’idea comunista e il suo sviluppo. Partendo dal presupposto che «quando nascono, tutti i bambini sono comunisti. Poi a un certo punto succede qualcosa nella loro testa e invece di continuare a essere dei bambini uguali a tutti gli altri diventano dei bambini capitalisti», ma anche che «per spiegare il comunismo la cosa più semplice è raccontare la sua storia, che è una storia avventurosa e anche un po’ paurosa. E soprattutto una storia molto lunga. È una storia che comincia con la comparsa dell’uomo, circa ventimila anni fa, e anche se ha avuto delle vicende piuttosto complicate, è una storia che non è ancora finita. Per un motivo molto semplice: il comunismo è un’idea che appartiene agli esseri umani, più naturalmente e semplicemente del capitalismo».

Rassegna stampa > Libro > Autore ( Gérard Thomas )

Seguici su