preloader
Torna in cima
Condividi

Giuseppe Scutellà

Giuseppe Scutellà è attore, regista e formatore teatrale. Diplomato alla Civica Scuola d’Arte Drammatica «Paolo Grassi» di Milano. Dal 1995 dirige i laboratori teatrali all’interno del carcere mi­norile Cesare Beccaria, che godono da venticinque anni di un incondizionato supporto da parte di tutto il sistema della Giustizia minorile. CGM, IPM e USSM riconoscono l’im­portante valore educativo dell’operato di Scutellà e della sua compagnia Puntozero, fonda­mentale per un reinserimento sociale, lavorativo e culturale dei giovani detenuti. Fondatore insieme a Lisa Mazoni dell’associazione Puntozero, che annovera profes­sionisti dalle molteplici competenze ed esperienze professionali – attori, registi, dramma­turghi, tecnici teatrali, musicisti, psicologi, educatori, assistenti sociali, studenti liceali e universitari, volontari del sociale, ex-detenuti, semplici cittadini – accomunati dal deside­rio di contrastare il fenomeno del disagio sociale e della devianza giovanile attraverso azio­ni mirate al coinvolgimento attivo dei giovani e degli adolescenti in attività destinate ad incidere in modo positivo sul loro percorso di crescita personale, sociale e professionale. Dopo un impegno durato diversi anni, sotto la direzione di Scutellà/Mazoni, l’asso­ciazione Puntozero ha raggiunto l’importante traguardo di aprire all’esterno il Teatro Puntozero Beccaria: primo teatro di un carcere e non in un carcere. Unico in Europa nel suo genere, il teatro ospita tutte le produzioni teatrali di Puntozero che coinvolgono i minori sottoposti a provvedimenti penali in veste di attori e tecnici. Queste, sotto la regia di Scutellà, hanno ottenuto importanti riconoscimenti e vinto premi teatrali e cinematografici. Errare humanum est, una riflessione sul carcere minorile attraverso Shakespeare e il rap di cui Scutellà è autore, attore e regista, ha incontrato l’interesse del direttore del Piccolo Teatro di Milano, Sergio Escobar, che ha inserito lo spettacolo nel cartellone della stagione 2013/4. Grazie ai temi trattati e all’entusiastico interesse di docenti e stu­denti delle scuole di ogni ordine e grado, lo spettacolo è tuttora in scena con una media di sessanta repliche annue. Di Puntozero, con la regia di Scutellà, il Piccolo Teatro ha inoltre ospitato Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare (2016/17) e An­tigone di Sofocle (2018/19). Scutellà collabora con le maggiori università milanesi, tra le quali l’Università Bicoc­ca-Scienza dell’educazione, l’Università Cattolica e l’Università Statale. Con il diparti­mento di Lingue e letterature straniere dell’Università Statale, e in particolare con Ma­riacristina Cavecchi e Margaret Rose, ha in essere un progetto che coinvolge gli studenti universitari con i giovani detenuti del carcere Beccaria. Il laboratorio teatrale svolto nella sezione detentiva ha come risultato finale uno spettacolo aperto alla cittadinanza. Grazie all’importante sostegno della Fondazione Alta Mane Italia, Giuseppe Scu­tellà con la compagnia Puntozero sta lavorando alla definizione di un training fisico/vocale per performer denominato Khorós.