preloader
Torna in cima
Condividi

Robert Louis Stevenson

Robert Louis Stevenson nasce nel 1850 a Edimburgo. Cagionevole di salute, si dedica quasi solo alla lettura (Defoe, Scott, Dumas, e poi Shakespeare, Darwin, Spencer e Montaigne). Si avvicina alle idee socialiste, si dichiara ateo e coltiva la passione per la letteratura. Collabora a periodici e riviste con racconti, saggi e recensioni. Nel 1878 pubblica Un viaggio nell’entroterra, nel 1882 Le nuove Mille e una notte, ma è soprattutto con L’isola del tesoro, del 1883, che conosce il grande successo. Del 1886 è Lo strano caso del Dr. Jekyll e di Mr. Hyde, che gli garantirà l’immortalità. In una febbrile attività di scrittura, escono nel 1888 La freccia nera e nel 1889 Il Signore di Ballantrae.
Morto il padre, Stevenson con la famiglia e la madre riparte per gli Stati Uniti e da lì si imbarca per un lungo viaggio verso i Mari del Sud, il Pacifico, la Polinesia. Prima si ferma a Tahiti, poi a Honolulu e infine alle Samoa. Gli isolani lo chiamano «Tusitala» («il raccontatore di storie»). Muore a Vailima, nel Pacifico, nel 1894.