Free Call +39 055 3996466

Nato ad Ales il 22 gennaio 1891, studia a Cagliari e poi a Torino, dove si dedica all’attività giornalistica, fondando nel 1919 il quotidiano «Ordine Nuovo». Nel 1921 a Livorno è tra i fondatori del Partito Comunista d’Italia. Nel 1924 diventa direttore de «l’Unità» e nel 1926 viene arrestato. A partire dal 1929 nel carcere di Turi scrive I quaderni dal carcere, che contengono studi sulla complessa realtà storica ed elaborazioni teoriche riguardo a temi di carattere politico, sociale, culturale. Nelle toccanti Lettere dal carcere Gramsci descrive le sue ultime giornate e le sue semprepeggiori condizioni di salute. Muore di tubercolosi, ancora in prigione, il 27 aprile 1937.

Trova il tuo libro

Gramsci Antonio / Ricerca per autore
  • In offerta!

    Fiabe

    di Antonio Gramsci

    Un libro che è ormai diventato indispensabile per comprendere nella sua interezza e complessità il pensiero di uno dei più importanti filosofi e uomini politici del Novecento. In questo volume, introdotto da un breve ma esauriente excursus storico-politico, viene proposta l’integrale produzione di Gramsci per l’infanzia, e in particolare le raccolte pubblicate postume con i titoli L’albero del riccio e Favole di libertà, che contengono le traduzioni che Gramsci fece per i figli delle fiabe dei fratelli Grimm, e ancora gli Apologhi e Raccontini torinesi e i Raccontini di Ghilarza e del carcere. Quello che emerge è un Gramsci diverso, con una lucida e fermissima capacità pedagogica di trasmettere i valori in cui credeva e per i quali aveva combattuto tutta la vita, ma anche capace di una dolcezza e una tenerezza infinite.

    8,00 6,80 Acquista
Simple Share Buttons