Free Call +39 055 3996466

Leonetta Bentivoglio è giornalista, scrittrice e curatrice di manifestazioni culturali in Italia e all'estero. Dall'inizio degli anni Novanta è inviato speciale di «la Repubblica», dove scrive di danza, musica e letteratura. Tra i suoi libri figurano una storia de «La danza contemporanea» (Longanesi 1985) e un volume su «Il teatro di Pina Bausch» (Ubulibri 1991). Altri titoli: «Vieni, balla con me», ancora sul teatrodanza di Pina Bausch (Barbès 2008), «Corpi senza menzogna» (Barbès 2009), sul regista Pippo Delbono, e «Il mio Verdi» (Castelvecchi 2013), sui massimi interpreti verdiani del nostro tempo. Nel 2003 ha curato il libro di Wim Wenders «Una volta» (Socrates), ripubblicato nel 2016 da Contrasto. Per Garzanti ha scelto e tradotto dall'inglese le short-stories di Thomas Hardy («I tre sconosciuti e altri racconti», 2006). Con Lidia Bramani ha firmato «E Susanna non vien - Amore e sesso in Mozart» (Feltrinelli 2014). Nel 2015 è uscita per Clichy un'altra monografia su Pina Bausch «Una santa sui pattini a rotelle».

Trova il tuo libro

Bentivoglio Leonetta / Ricerca per autore
  • In offerta!

    Pina Bausch

    di Leonetta Bentivoglio

    «Balla, balla, altrimenti siamo perduti»

    Si può dire, senza rischio di esagerare, che nella geografia delle arti contemporanee esista un prima e un dopo Pina Bausch: con la sua originale «poesia del mondo», quest’autrice fuori dal tempo e dalle mode (dal ruolo d’iconoclasta finì per approdare, nel nuovo millennio, a quello di consacrata regista-coreografa), ha terremotato il panorama delle arti dal vivo. Non solo ha affrancato il balletto dalle seduzioni dell’apparenza, restituendo al corpo un’inedita «loquacità esistenziale», nel senso di facoltà d’indagare i paesaggi più profondi e oscuri dell’essere; ma ha identificato, al di là della danza (il discorso riguarda, più in generale, l’essere in scena davanti agli altri), una zona di comunicazione in grado di toccare nuclei di ricettività presenti in ciascuno di noi e comprensibili in ogni latitudine del globo, a prescindere da consuetudini culturali.

    7,90 6,72 Acquista
  • In offerta!

    Sylvia Plath

    di Leonetta Bentivoglio

    I molti tormenti biografici e lo spettacolare suicidio seguito alla fine del suo matrimonio hanno fatto di Sylvia Plath un vessillo del femminismo, relegandola in una gabbia ideologica che ne ha posto in ombra il valore di poeta. Ma è la sua poesia, profondamente oracolare e al di là del tempo, a sancirne il più autentico messaggio. In questo volume, arricchito da un’accurata cronologia, da una bibliografia su quanto pubblicato di lei e su di lei in italiano, da numerose immagini poco note e da una selezione di alcuni suoi testi e interventi, Leonetta Bentivoglio, scrittrice e giornalista di Repubblica, ma qui prima di tutto «amante» e sentimentalmente quasi «specchio» della dolente femminilità e dell’arte di Sylvia, ne delinea a suo modo il profilo.

    7,90 6,72 Acquista
Simple Share Buttons