Free Call +39 055 3996466

Maksim Gor’kij nasce nel 1868. A vent’anni viene per la prima volta arrestato per le sue idee politiche. Nel 1902 pubblica Bassifondi e poi partecipa alla rivoluzione del 1905. È costretto a fuggire negli Stati Uniti, dove pubblica La madre e quindi, nel 1906, si trasferisce in Italia, dove pubblica Gli ultimi e dove rimane fino agli albori della rivoluzione bolscevica, della quale è uno dei maggiori protagonisti. Amico di Lenin e tra i pochi capaci di non entrare in aperto contrasto con Stalin pur continuando a difendere le proprie opinioni, muore a Mosca nel 1936, salutato come uno degli eroi della sua patria.

Trova il tuo libro

Gor'kij Maksim / Ricerca per autore
  • In offerta!

    Bassifondi

    di Maksim Gor'kij

    Maksim Gor’kij è stato uno dei personaggi più influenti e più carismatici della fine dello zarismo e della nascita della Russia comunista. Bassifondi, scritto nel 1902, è un’opera polifonica, allucinata e geniale, che anticipa tutto il realismo russo e molte delle correnti più anomale del Novecento, pur non avendo ancora ricevuto il giusto e corretto riconoscimento.

    10,00 8,50 Acquista
Simple Share Buttons