Free Call +39 055 3996466

Olivier Bleys è nato nel 1970. Ha pubblicato fino ad oggi una trentina di libri tra romanzi, diari di viaggio, graphic novel. In Italia sono apparsi Il maestro di blu (2011), La torre dei sussurri (2012) e Il mercante di tulipani (2014), tutti pubblicati da Piemme. Il suo Discorso di un albero sulla fragilità degli uomini (Clichy, 2017) è stato finalista al premio Goncourt 2015.

Trova il tuo libro

Bleys Olivier / Ricerca per autore
  • In offerta!

    Discorso di un albero sulla fragilità degli uomini

    di Olivier Bleys

    «Un romanzo in forma di racconto nel quale la poesia affiora in ogni frase e il passato, il presente e il futuro combattono l’uno contro l’altro, mentre gli uomini misurano il potere della natura e il legame profondo che li lega ad essa» Babelio

    Alla periferia di Shenyang, città industriale della Cina nord orientale, la famiglia Zhang vive miseramente in mezzo a fabbriche abbandonate. Eppure, Wei e i suoi possiedono un tesoro: l’ultimo albero della lacca sopravvissuto in città. Il loro sogno: diventare proprietari della loro piccola casa, in modo da onorare una promessa fatta ai parenti, sepolti sotto il famoso albero. Questo sogno sta per realizzarsi quando un grande progetto di estrazione minaccia improvvisamente la famiglia di espulsione. Tra l’umile famiglia di Wei e i rappresentanti del capitalismo cinese si ingaggerà allora una dura lotta.
    Prendendo come sfondo le trasformazioni violente della Cina contemporanea, Discorso di un albero sulla fragilità degli uomini rivista l’impari lotta tra Davide e Golia. Bella e profonda meditazione sui legami che uniscono l’uomo e la natura, questo romanzo, scritto magnificamente, è un racconto reale che non lascerà indifferenti.

    17,00 14,45 Acquista
  • In offerta!

    Noi, i vivi

    di Olivier Bleys

    «Con questo suo ultimo romanzo, Olivier Bleys è riuscito in una specie di miracolo: trasformare un apologo sull’attaccamento alla vita in un tesissimo noir» Le Monde

    «È ora che tutto il mondo conosca questo magnifico scrittore» Le Magazine Littéraire

    Jonas è l’elicotterista di Uspallata, il più remoto e solitario villaggio della cordigliera andina, sul confine tra Cile e Argentina. Ha una moglie e una figlia e una vita quasi «normale» in quel posto che di normale non ha niente. Durante una semplice missione si ferma al rifugio Maravilla, il più alto e isolato delle Ande. Il guardiano lo invita a fermarsi per un caffè e gli presenta il suo ospite, uno strano tipo di nome Jesús, un «verificatore di frontiere». Mentre i tre uomini parlano arriva una tormenta di neve, ma Jonas vuole ripartire, tornare dalle sue donne. L’elicottero è gelato, ogni tentativo è vano. Il giorno dopo ci prova ancora , aiutato dai suoi due compagni del rifugio. E ancora il giorno dopo. E ancora. I giorni passano, e ogni nuova prova per rimettere in moto l’elicottero è inutile, come se qualcosa di misterioso gli impedisse di tornare alla sua vita. Anzi, alla vita. Fino all’epilogo, inatteso, insieme tragico e incredibilmente poetico, nel quale Jonas varca il confine che per giorni, settimane, forse mesi, ha cercato di non varcare. Uno dei romanzi più belli, tesi e commoventi della recente letteratura francese.

    17,00 14,45 Acquista
    Sfoglia la wishlist
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons