Free Call +39 055 3996466

Yannick Haenel è nato nel 1967 e dal 1997 è uno dei due direttori della rivista Ligne de risque. Insegnante di francese in un liceo di Versailles, ha pubblicato molti romanzi, tra cui Les petits soldats (1996), Évoluer parmi les avalanches (2003), Cercle (2007) e Jan Karski (2009, pubblicato in Italia da Guanda con il titolo Il testimone inascoltato, vincitore del Prix Interallié e del Prix du roman Fnac).

Trova il tuo libro

Haenel Yannick / Ricerca per autore
  • In offerta!

    Le volpi pallide

    di Yannick Haenel

    Parigi, oggi. Un uomo decide di vivere nella sua auto. Sui muri della città appaiono strane scritte che annunciano una rivoluzione. La Volpe pallida è il Dio anarchico dei Dogon del Mali. Un gruppo di sans-papiers mascherati porta il suo nome e sfida la Francia. Chi è quell’uomo solitario che attende un rovesciamento politico? Chi sono le Volpi pallide? Del loro incontro parla questo libro. Una storia di oggi. Dopo il successo di Il testimone inascoltato, pubblicato da Guanda nel 2010, che narrava la vicenda di Jan Karski, scappato dalla Polonia per denunciare agli alleati il delirio dei campi di sterminio ma mai creduto, Yannick Haenel ci racconta, in questo stroardinario romanzo politico, le tensioni di una metropoli europea, l’esplosività di una politica di repressione, un grande sogno anarchico destinato ovviamente alla distruzione. Campione di vendite in Francia, adorato dai critici e dai lettori, Haenel è ormai uno degli scrittori francesi più amati e apprezzati della sua generazione.

    15,00 12,75 Acquista
  • In offerta!

    Cerco l’Italia

    di Yannick Haenel

    «La solitudine, la perdita, l’estasi, il sacro, che mettono in movimento il pensiero e il gesto poetico. Questo strano romanzo filosofico che si muove tra Bataille, Agamben e W.G. Sebald, è prima e più di tutto una straordinaria meditazione sulla crisi del mondo e sull’umano desiderio di restare vivi» Télérama

    Dopo aver vissuto quattro anni a Firenze, Yannick Haenel racconta la sua esperienza: la scoperta di una città d’arte incentrata sui suoi affreschi, le sue sculture, le sue chiese. E al tempo stesso immersa nella crisi che ha colpito gli italiani e annientato la nostra cultura. Il confronto tra la forza dell’arte e la devastazione economico-politica diventa un romanzo vissuto: dall’arrivo di Haenel in Italia durante il «Bunga Bunga» di Berlusconi alla lenta discesa agli inferi di questo paese. La passione politica si mescola a quella per l’arte, e Haenel alterna omaggi a San Francesco d’Assisi, a Dante e a Michelangelo, ad analisi del crollo della politica italiana e a meditazioni sui migranti di Lampedusa.

    15,00 12,75 Acquista
Simple Share Buttons