Free Call +39 055 3996466

Narrativa

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    Una vecchia canzone

    di Robert Louis Stevenson

    Una vecchia canzone, breve romanzo di Robert Louis Stevenson, è stato riscoperto solo nel 1982 come opera dell’autore de L’isola del tesoro: uscito infatti senza firma sulla rivista «London» nel 1877, è stato attribuito a Stevenson grazie alla riscoperta di una pagina manoscritta conservata presso l’Università di Yale. È quindi il primo romanzo da lui pubblicato, mai tradotto in italiano fino al 2012. Vi occhieggiano, accennati ma presenti, alcuni temi che poi troveranno una definitiva maturità nelle opere successive. Il complicato e pericoloso argomento dell’eredità da assegnare o da dividere, l’ambigua natura umana sempre in bilico tra bontà e perfidia, le disastrose conseguenze di chi, nel proprio comportamento, scambia la testardaggine per forza di carattere, il cinismo delle convenzioni sociali e l’ossessionante conflitto tra ricchezza e miseria. Una vecchia canzone ha il sapore di una parabola amara sull’incomprensione e sugli equivoci che spesso lacerano l’esistenza e da questo punto di vista sta certamente al pari con i più famosi racconti o romanzi della sua maturità.

    7,00 5,95 Acquista
  • In offerta!

    Il caso Franz Stangl

    di Dominique Sigaud

    «Un punto di vista quasi del tutto inedito sulla Shoah, un libro che allarma e inquieta e che dà numerose chiavi per intuire quali pericoli ancora oggi si annidano nella nostra pacifica società» Le Monde

    Franz Stangl, nato in Austria nel 1908, ottimo poliziotto, arruolato nella Gestapo dopo l’Anschluss, l’annessione dell’Austria al Terzo Reich di Adolf Hitler, capace di fare una rapidissima carriera che lo porta a diventare prima sovrintendente e poi luogotenente del programma di sterminio T4, e infine comandante dei campi di Sobibor e Treblinka. La sua ultima promozione. Poi la disfatta, la fuga in Italia, i documenti e un’identità falsa, una seconda fuga in Brasile, ventidue anni di anonimato fino all’arresto nel 1967, e poi l’estradizione in Germania, il processo, la condanna all’ergastolo. Poco prima di morire rilascia una lunga intervista, che si conclude con una frase strana: «Per la prima volta oggi ho detto tutto, e adesso non ho più nessuna speranza». Speranza di cosa? Di un perdono? Di una dignità ancora possibile? Di dare agli altri una chiave per capire l’inaccettabile di ciò che è stato?
    Dominique Sigaud, giornalista e scrittrice con all’attivo già una ventina tra saggi, romanzi, reportage, coglie in quel dubbio finale qualcosa di completamente diverso da quanto è stato detto, negli anni, dai tanti altri assassini nazisti. Non ultimo Erich Priebke, come noi sappiamo bene. E allora decide di cercare di capire, e si mette sulle tracce di quest’uomo, ricostruendone tutto il percorso, la coerenza e la metodicità di un umile funzionario della follia, fino all’abisso. Un libro densissimo, inconsueto, inquieto, che racconta una ricerca e un’ossessione, che non cerca facili risposte ma si spinge in profondità nei dubbi, nelle paranoie, nell’inspiegabile che accomuna tutti gli episodi più sconvolgenti della storia del Novecento, partendo dalla Shoah per arrivare in Ruanda e nei Balcani. Il caso di Franz Stangl diventa così il paradigma di tutti quegli uomini x che “impeccabili, sull’attenti, si schierano dalla parte della catastrofe”.

     

    15,00 12,75 Acquista
  • In offerta!

    Forbici

    di Stéphane Michaka

    «Una straordinaria ricostruzione della vita, dell’amore e della scrittura di uno dei più grandi miti della letteratura americana» Le Figaro

    «Mi chiamo Raymond. Sono uno scrittore. Insomma, mi piacerebbe diventarlo». A quindici anni, Raymond Carver decide che sarà Hemingway o nient’altro. E il racconto, con i suoi silenzi ostinati e i finali sul filo del rasoio, sarà il suo genere prediletto. Ha dei sogni, e tutta la vita davanti per realizzarli. Siamo a Yakima, nel nord-ovest degli Stati Uniti. Un posto dimenticato da Dio. Raymond Carver, Maryann Burk-Carver, Gordon Lish e la poetessa Tess Gallagher che aspetta la sua ora in disparte… Forbici racconta la loro storia: in un’epoca che va dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, assistiamo alla realizzazione di due uomini in preda a una dipendenza reciproca, uno scrittore e il suo editor che taglia i suoi pezzi al punto da snaturarli. Stéphane Michaka si impossessa del mito e fa rivivere, al di là della rivalità tra uno scrittore e il suo editor, la passione amorosa che lega un uomo e una donna determinati a inventarsi un destino.

    15,00 12,75 Acquista
  • In offerta!

    Il guardiano delle città perdute

    di Shannon Messenger

    Sophie ha dodici anni e dall’età di cinque custodisce un incredibile segreto: riesce a sentire i pensieri di tutte le persone che la circondano. La sua vita cambia improvvisamente quando un giorno viene avvicinata da un misterioso ragazzo di nome Fitz, un quindicenne che come lei ha il dono della telepatia. Sophie scopre allora di appartenere a un altro mondo, il regno degli elfi, e di non poter più vivere con la propria famiglia perché in grave pericolo. L’autrice ci regala una storia straordinaria, in cui gli eventi e i colpi di scena si susseguono a ritmo incalzante tenendo il lettore incollato al libro. Le avventure della protagonista potrebbero ricordare le peripezie di Alice nel paese delle meraviglie, la scuola di magia di Harry Potter e Il signore degli Anelli. Dosando magnificamente gli ingredienti fondamentali di un buon fantasy, la Messenger costruisce un’avventura senza uguali, ricca di personaggi e ambientazioni originali e destinata a lasciare il segno nel cuore dei suoi giovani lettori.

    13,90 11,82 Acquista
  • In offerta!

    Alzheimer mon amour

    di Cécile Huguenin

    Come vivere il lutto all’interno di una coppia quando l’essere amato è ancora vivo? Ci sono i primi segnali, le parole che si sovrappongono e si perdono, i ricordi che si stingono. Poi la diagnosi. Ma per Cécile e Daniel, uniti da una vita felice per più di trent’anni, l’amore è più forte della paura. Magnifico omaggio che una moglie attenta e preoccupata rende a suo marito, questo racconto dà voce ai malati, ma anche ai medici e ai familiari, poichè l’Alzheimer colpisce tutti coloro che stanno al loro fianco. Svelandone lo smarrimento, la solitudine, la paura della perdita, l’impotenza, nelle parole di Cécile che dopo il rifiuto iniziale combatte, forza, inventa per strappare il suo Daniel alla morsa dell’oblio, fino al punto di portarlo con sè in Africa, nel tentativo di cambiar vita e liberarsi da ogni preoccupazione. Ben diverso dovrà essere però il percorso per proseguire insieme il loro cammino, e Cécile scoprirà come anche chi ama il malato, in assenza di certezze, possa aver bisogno di aiuto: per capire, per accettare, per amare ancora di più. Alzheimer mon amour, sconvolgente lavoro di ricostruzione, è una testimonianza che turba e che insieme solleva, che canta la musica della vita, e permette allo sguardo di noi tutti di andare più lontano.

     

    10,00 8,50 Acquista
  • In offerta!

    L’apicoltura secondo Samuel Beckett

    di Martin Page

    «Un giorno, un giornalista mi ha chiesto perché scrivevo. Per sbarazzarmene, ho risposto che “non sapevo fare altro”. E adesso me lo ripetono in continuazione, come se fosse una formula geniale, un atto coraggioso, sublime. Che sciocchezza. Certo che so fare altro. Ma c’è una sorta di venerazione verso l’incapacità di esercitare altre attività, un amore della specializzazione. Avrei potuto fare il professore, il giardiniere, il costumista, il traduttore a tempo pieno, l’apicoltore. So fare così tante cose».

    Nel settembre 2012, alla periferia di Reading, un incendio divampa nel magazzino che custodisce uno dei più importanti archivi consacrati a Samuel Beckett. Dopo il rogo viene rinvenuto il misterioso diario di un uomo che si spaccia per assistente dell’autore. Nessuno ha mai sentito parlare di lui, eppure il documento esiste e narra una vicenda che comprende diversi fatti realmente accaduti. Questo il pretesto che inventa Martin Page per raccontarci la storia di un giovane studente che nell’autunno del 1985 viene assunto da Beckett per aiutarlo a sistemare alcuni documenti. Attraverso il diario del ragazzo, il lettore ha così accesso alla vita privata del grande drammaturgo, alla sua quotidianità, alle sue preoccupazioni, alle curiose e ironiche conversazioni che i due si scambiano davanti a una tazza di cioccolata calda, lungo le strade di Parigi o sul tetto dell’appartamento dello scrittore dove, infagottati nelle apposite tute bianche da apicoltori, si prendono cura delle sue amate arnie. Il protagonista assisterà inoltre, in contemporanea, ai preparativi di una rappresentazione di Aspettando Godot nel carcere svedese di Kulma, progetto che procura non pochi grattacapi al suo autore e si conclude con un esito del tutto esilarante. Uno straordinario omaggio a Beckett e e al suo teatro, e insieme un’arguta riflessione sulla grande farsa della celebrità (letteraria e non) e gli inevitabili malintesi che porta con sè: un romanzo lirico e surreale, scritto con grande maestria e in uno stile divertente e assolutamente originale.

     

    10,00 8,50 Acquista
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons