Free Call +39 055 3996466

Bastille è la collana di saggistica di Edizioni Clichy, che propone libri che si pongano come chiaro obiettivo quello di modificare o contribuire a modificare, in un senso democratico, la prospettiva delle cose e l’interpretazione del mondo. Titoli che abbiano anche, come riferimenti ultimi, ideali come la giustizia sociale, l’eguaglianza e l’amore per gli esseri umani. Titoli che si articolano su una curiosità intelligente e sul concetto di “inatteso”.

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    La Grande guerra giorno per giorno

    di Roberto Raja

    1914-2014. Cento anni fa, per la prima volta, il mondo intero venne devastato da una guerra mondiale che costò 25 milioni di morti e aprì un secolo di sangue e di distruzioni. Di solito i libri di storia raccontano le cause, le vicende e i retroscena di questa tragedia collettiva di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze e che portò a un’altra guerra mondiale ancora più devastante e a decenni di guerra fredda e di ulteriori tragedie. Questo libro non affronta la Grande Guerra da questi punti di vista. Questo libro racconta semplicemente i fatti per come si sono svolti, in un’appassionante cronologia talmente completa ed esaustiva da diventare un esempio mai realizzato. Leggendo questo apparentemente asettico elenco di momenti e di avvenimenti ci si accorge di leggere la storia come se fosse uno straordinario romanzo, e si ha la possibilità di avere tutti gli elementi necessari a capire quel che avvenne esattamente cento anni fa e per interpretare anche l’oggi. Il piano dell’opera prevede: gli antecedenti, la cronologia dei fatti, i ritratti dei protagonisti, l’indice completo dei nomi e dei luoghi.

    Prefazione di Guido Ceronetti

    12,90 12,26 Acquista
  • In offerta!

    Gol di rapina

    di Pippo Russo

    A partire dagli anni Novanta il calcio ha subìto una mutazione genetica, da cui è uscito trasformato in termini sia culturali che economici. L’ex grande rito identitario di massa si è convertito in uno spettacolo di portata globale, caricato di significati diversi rispetto a quelli agonistici. Soprattutto, per molti attori esso è diventato uno straordinario business da colonizzare incontrando scarse resistenze. Sollecitato dalla pressione verso una modernizzazione vera o presunta, il calcio si è scoperto facilmente permeabile da soggetti e interessi man mano più opachi, ma tutti quanti accomunati da una caratteristica: l’ansia di fare del gioco una macchina da soldi, per poi distribuirli fuori dal calcio. Con l’inizio del XXI secolo il meccanismo è stato messo a punto, e dopo l’esplosione della grande crisi economica del 2007 – che ha colpito il calcio come ogni altro comparto economico – ha trovato condizioni favorevoli per diffondersi e legittimarsi. La situazione odierna parla di interi subcontinenti in cui il calcio è sotto il controllo di attori economico-finanziari esterni al calcio stesso: fondi d’investimento misteriosi con sede legale presso paradisi fiscali, oligarchi ansiosi di riciclare denari di dubbia provenienza, potentissimi agenti capaci di controllare eserciti di calciatori e allenatori impegnati presso i campionati d’ogni angolo del mondo. Una situazione che, nella migliore delle ipotesi, vede ampliare a dismisura la zona grigia fra legalità e illegalità. In questo volume si conduce una lunga e dettagliata inchiesta su personaggi, enti e circostanze la cui azione ha fatto sì che la globalizzazione del calcio avvenisse nel segno del malaffare. Un tema a proposito del quale in Italia vige una congiura del silenzio. Come se tutto ciò non riguardasse il calcio di questo paese. E invece la colonizzazione è già iniziata anche qui.

    15,00 14,25 Per saperne di più
  • In offerta!

    La costruzione della bellezza

    di Maurizio Naldini, Pierfrancesco Listri

    Dalla fondazione della città romana a Matteo Renzi. Un libro di straordinaria ricchezza e di inattesa leggerezza. Mille pagine per due millenni di storia, raccontata con scioltezza e immediatezza e con puntualissima documentazione storica. Un vero e proprio esempio di libro di storia accessibile a tutti e divertente come un romanzo d’avventure. Con cronologie, schede sulle maggiori curiosità, approfondimenti sulla vita quotidiana, ricostruzioni sull’architettura, l’arte, la guerra, il costume, la medicina, la cucina, la femminilità, l’infanzia, i giochi, la scuola, la tortura, la morte, la scienza, le eresie, la religiosità, la campagna, l’industria, lo sport, la politica.
    Ognuno dei dodici capitoli contempla un’introduzione storica del celebre Franco Cardini.

    29,90 28,41 Per saperne di più
  • In offerta!

    L’urgenza e la pazienza

    di Jean Philippe Toussaint

    «Jean-Philippe Toussaint è oggi il più stimato e influente scrittore di lingua francese e uno dei più importanti scrittori europei. In questo libro spiega cosa significa per lui scrivere e leggere. Per questo è un libro indispensabile» The Times

    Come si diventa scrittori? Perché si diventa scrittori? Cosa scatta nella mente di un uomo che decide o «sente» di dover cominciare a scrivere? E perché leggiamo? In che modo le parole entrano dentro di noi e diventano pensiero? Quali sono le forme attraverso le quali le parole e i pensieri che produciamo nella nostra mente trasformano la nostra vita e le nostre azioni? Quali sono i concetti che guidano la scrittura? Questo di Jean-Philippe Toussaint, ormai considerato uno dei più importanti scrittori europei, protagonista alcuni mesi orsono di una mostra monografica sulla sua arte addirittura all’interno del museo del Louvre di Parigi, è un testo paragonabile forse alle celeberrime Lezioni Americane di Italo Calvino, e che, caso più unico che raro, è riuscito a conquistare le vette delle classifiche di vendita in Francia, Belgio, Svizzera e Paesi Bassi. Tradotto in una decina di lingue, L’urgenza e la pazienza è un saggio di estetica e di epistemologia di una profondità assoluta ma che si legge con la semplicità di un racconto, che regala la bellezza di una scrittura sublime e una ricchezza di idee e di spunti capace di allargare il pensiero e stimolare il ragionamento, parlando di Samuel Beckett e di Fedor Dostoevskij, di Marcel Proust e di Vladimir Nabokov, di Edmund White e di Blaise Pascal con la leggerezza bella con cui si potrebbe parlare di paesaggi o di avventure dello spirito.

    12,00 11,40 Per saperne di più
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons