Free Call +39 055 3996466

La frenesia e la multiculturalità della parigina Gare du Nord raccontano il carattere composito della collana di narrativa contemporanea di Edizioni Clichy, dedicata alla scrittura di stampo letterario, principalmente francofona ma non solo: storie, esseri umani, vite, colori, suoni, silenzi, tematiche forti, autori dal linguaggio inconfondibile, senza timore di assumere posizioni di rottura di fronte all'establishment culturale e sociale o di raccontare abissi, sperdimenti, discese ardite ma anche voli e flâneries.

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    La dimora

    di Michel Layaz

    Un «collegio» poco normale nel quale vivono adolescenti ancora meno normali. La Dimora accoglie ragazzi incapaci di adattarsi al mondo. Una piccola delirante comunità che prende forza e originalità dalla sua imperiosa presidentessa-direttrice generale, Madame Vivianne, e dalle altre figure che la abitano, insegnanti, inservienti, segretarie, cuoche. Un piccolo strano mondo sempre in bilico tra dolcezza e disperazione. Ma chi sono gli abitanti della Dimora? Degli internati, dei prigionieri, dei disadattati, dei delinquenti, dei pazzi? Forse solo un po’ di tutto questo, o forse niente di tutto questo. O forse uno specchio dell’essere umano e del suo deviare a volte dalle strade più regolari. Uno dei romanzi più anomali e interessanti della nuova letteratura svizzera.

    14,00 13,30 Acquista
  • In offerta!

    Il mio canto di speranza

    di Jean d'Ormesson

    Conducendo il lettore lungo una morbida passeggiata verso l’origine del mondo, questo libro racconta la storia dell’universo. Jean d’Ormesson, che con questo suo romanzo-testamento scritto alla soglia dei novant’anni ha superato nelle vendite tutti i suoi precedenti e numerosi best-seller toccando in pochi mesi il milione di copie vendute solo in Francia, si veste dei panni di un detective metafisico e conduce un’appassionante ricerca tentando, con la sua consueta allegria e la sua ormai proverbiale leggerezza, di svelare il mistero del niente, e cioè del tutto, e proponendo ai suoi amati simili, tutti noi esseri umani, non solo una possibile interpretazione di questo insondabile mistero, ma anche una forse accettabile via d’uscita dall’abisso dell’incertezza che attanaglia tutti noi di fronte alla nostra inevitabile fine.

    12,00 11,40 Acquista
  • In offerta!

    Qui comincia la notte

    di Alain Guiraudie

    «Un romanzo crudo, sessuale, scatologico, che ci porta nelle zone di Genet e di Bataille, dal quale emerge limpida la capacità anche in letteratura di Alan Guiraudie di fare la poesia con il sesso, affrontando la dialettica dei sentimenti e degli escrementi, e di far sempre alla fine trionfare l’amore» Les Inrockupibles

    Il primo romanzo del regista di Lo sconosciuto del lago, il thriller omosessuale vincitore della Queer Palm a Cannes nel 2013. Una sorta di «ballata» sui bordi dell’abisso che unisce crudo realismo e umana morbidezza in una chiave che ricorda molto da vicino il Genet di Querelle de Brest. Al centro della vicenda, un torbido triangolo amoroso che vede protagonisti tre uomini, i loro inspiegabili sentimenti e le loro insolite pulsioni: Gilles, omosessuale quarantenne confuso e succube delle proprie paranoie; Pepé, novantenne annoiato e nostalgico delle proprie origini occitane; il «capo», poliziotto violento e in cerca di dominio, apparentemente in pace con la propria omosessualità ma in realtà preda di un contorto e misterioso fantasma. Gilles non capisce quale sia la natura di questo suo duplice sentimento, anche se forse si tratta semplicemente d’amore, e così si sovrappongono e si scontrano il suo rapporto quasi esclusivamente platonico con Pepé e quello fisico e passionale con il «capo», in uno sprofondare distruttivo e alla fine inevitabilmente letale. Un romanzo unico, sconvolgente, che con forza ma anche con estrema dolcezza affronta ogni forma d’amore, anche quelle più indicibili e complesse, ma soprattutto esplora con coraggio lo spettro della solitudine e dell’indifferenza.

    15,00 14,25 Acquista
  • In offerta!

    Disegni

    di Jean Cocteau

    Nel 1923, a 36 anni, Jean Cocteau pubblica il suo primo libro di disegni. Il poeta ha ritratto i suoi amici Raymond Radiguet, Pablo Picasso, Erik Satie, Francis Poulenc, ma anche numerose scene di vita quotidiana parigina, i balletti russi di Nijinski, allegorie, caricature, immagini poetiche. Cocteau si rivela un bozzettista pieno di talento, ma soprattutto un artista capace di cogliere l’essenza dei volti, dei comportamenti, delle debolezze umane, con la profondità spietata di Georg Grosz e Otto Dix, ma anche con tutta la sua infinita, morbida dolcezza.

    19,00 18,05 Acquista
  • In offerta!

    Can che dorme

    di Françoise Sagan

    «In questo suo ulteriore capolavoro, Sagan inventa un mondo, un vuoto, un abisso, che riesce a raccontare con la sua profonda e inesauribile scrittura» Magazine Littéraire

    «Sagan si dimostra ancora una volta maestra nel leggere l’essere umano anche nei suoi aspetti più inaccettabili» Le Monde

    Pubblicato in Francia nel 1980, questo straordinario e tesissimo romanzo racconta una storia tragica e inesorabile eppure piena d’amore, di tenerezza, di passione. La sera, terminata la sua giornata di lavoro, il giovane Gueret torna a casa, nella sua stanza in affitto, fra le strade tristi di una città del nord della Francia, seguito da un buffo cane bastardo che lo segue passo passo. Il giovane uomo aspetta e teme il momento di incontrare Madame Biron, la proprietaria, una donna che ha passato la cinquantina, dura e ostile, dal passato dubbio, che ha per lui solo disprezzo e indifferenza. Ma un giorno, per un malinteso – un crimine e dei gioielli rubati – Madame Biron scambia il suo inquilino per quello che non è. Perché Gueret accetta di passare per un criminale? Perché questo gioco così sinistro? Che cosa desidera da quella donna? La sua amicizia, la sua fiducia o il suo corpo? Fino a dove lo condurrà questo gioco che assume cia via contorni sempre più morbosi? Can che dorme, uno degli ultimi romanzi di Françoise Sagan, l’autrice di Bonjour tristesse, si rivela un gioiello con toni e atmosfere alla Simenon e che non teme di scendere con coraggio nei temi più indicibili del rapporto tra uomini e donne.

    15,00 14,25 Acquista
  • In offerta!

    Le volpi pallide

    di Yannick Haenel

    «Haenel in questo devastante romanzo riesce a dare vita a un incendio libertario antimarxista che racconta molto delle tensioni di oggi. La sua è una voce potente, profetica, incantatoria, rabbiosa, in cui la rivoluzione diventa una poesia nichilista che distrugge le nostre certezze borghesi» Le Monde

    Parigi, oggi. Un uomo decide di vivere nella sua auto. Sui muri della città appaiono strane scritte che annunciano una rivoluzione. La Volpe pallida è il Dio anarchico dei Dogon del Mali. Un gruppo di sans-papiers mascherati porta il suo nome e sfida la Francia. Chi è quell’uomo solitario che attende un rovesciamento politico? Chi sono le Volpi pallide? Del loro incontro parla questo libro. Una storia di oggi. Dopo il successo di Il testimone inascoltato, pubblicato da Guanda nel 2010, che narrava la vicenda di Jan Karski, scappato dalla Polonia per denunciare agli alleati il delirio dei campi di sterminio ma mai creduto, Yannick Haenel ci racconta, in questo stroardinario romanzo politico, le tensioni di una metropoli europea, l’esplosività di una politica di repressione, un grande sogno anarchico destinato ovviamente alla distruzione. Campione di vendite in Francia, adorato dai critici e dai lettori, Haenel è ormai uno degli scrittori francesi più amati e apprezzati della sua generazione.

    15,00 14,25 Acquista
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons