Free Call +39 055 3996466

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • Il pane dei poveri è sempre duro

    di Manuela Barducci

    Nella memoria collettiva dei fiorentini Montedomini è ancora una presenza viva, che riconduce a un luogo e a un passato di sofferenza, legato nel bene e nel male all’isolamento e alla reclusione di appestati e lebbrosi prima, alla povertà e alla miseria poi, e infine all’inabilità e all’invalidità. Ma è anche un simbolo di paura: i genitori spaventavano i loro figli disobbedienti con la minaccia di rinchiuderli a Montedomini; per i nostri vecchi rappresentava l’approdo da scongiurare, dove solo i più disperati e i più disgraziati andavano a finire; per i malandrini un luogo «peggio delle Murate». La storia di Montedomini è quella di un microcosmo composto da tante vite accomunate dalla miseria e dalle miserie della vita.

    15,00 Acquista
  • Il sapore dei ricordi

    di Gian Marco Mazzanti

    Nel lungo percorso che ha contraddistinto l’avventura di Slow Food la figura di Stefano Bencistà (Stefano Falorni un po’ per tutti) c’è sempre stata. A volte più visibile, a volte meno, Stefano è sempre stato una presenza rassicurante, vicina, disponibile. Non è semplice né consueto incontrare persone con cui si possa mantenere un rapporto così forte nonostante la distanza, gli impegni, il lavoro, i lunghi periodi senza vedersi. Eppure lui c’è sempre stato e continua a esserci, per cui quando ho ricevuto la richiesta di scrivere una prefazione a questo libro non ho potuto far altro che accettare di buon grado. (dalla prefazione di Carlo Petrini)

    10,00 Acquista
  • Storie di casa AIL

    di Sara Camaiora

    In ogni Stella di Natale si manifesta quel rosso che sa di momenti di festa e, insieme, di freddo invernale e di calore umano. In ogni Stella c’è la gioia, la speranza, tante storie di vita, uguali e diverse, la sofferenza di dure terapie e la volontà di andare avanti, le iniezioni, le flebo, le camere sterili, lontane da tutto, che, alla fine, non fanno più tanta paura.
    Dietro le Stelle ci sono anche la vita e le attività di un gruppo di volontari, che donano aiuto e condivisione, sostenendo le persone ammalate ed accompagnandole nel superamento di periodi duri e difficili.

    15,00 Acquista
  • Vite in bilico

    di Pippo Russo

    Non si conosce abbastanza la precarietà fino a che non la si legge come una questione di vite vissute. Vite che si ritrovano schiacciate su un orizzonte di quotidianità inafferrabile, nel quale il presente è aggiustamento continuo e il futuro una dimensione remota. È questo il motivo per cui si è scelto di entrare dentro un mondo del quale molto si parla ma poco si racconta davvero. Facendoselo narrare da chi lo vive giorno per giorno. In queste pagine si descrive la precarietà lavorativa come vulnerabilità esistenziale, e come estrema incertezza che penetra nel profondo la dimensione individuale. Lo si fa attraverso 20 interviste realizzate con lavoratori precari, selezionati grazie all’aiuto del Nidil Cgil (il sindacato che tutela le Nuove Identità di Lavoro) in modo da rappresentare la gamma più ampia possibile di profili professionali. Soprattutto, si è avuto cura di individuare casi rappresentativi di diverse fasce d’età, con lo scopo di smentire uno dei luoghi comuni più perniciosi in tema di precarietà: quello secondo cui si tratta di un problema che riguarda soprattutto la popolazione giovanile.
    Le 20 storie che qui vengono raccontate riguardano lavoratori toscani, cioè appartenenti a una terra che dal dopoguerra viene associata a un’idea di benessere e qualità della vita elevata, e che proprio per questo motivo risulta particolarmente
    significativa nel rappresentare gli effetti della crisi in corso. Si tratta di 20 vicende spesso drammatiche, ma tutte quante raccontate con grande dignità e generosità. Non se ne troverà due uguali, e forse sarebbe stato così anche se le interviste fossero state 200 anziché 20. Quest’ultimo è l’aspetto veramente drammatico della precarietà: l’individualizzazione estrema dei percorsi di rischio, e l’impossibilità di specchiarsi nell’esperienza di un’altra persona.

    15,00 Acquista
  • La Pira

    di Francesco Gurrieri

    La letteratura su Giorgio La Pira è ormai vasta e sistematica. E tuttavia, c’è un’area che, forse, ha avuto minor frequentazione di studi, meno indagata, che pertiene alla sua “idea di città”, troppo frettolosamente associata ad una supposta metafora con la “Gerusalemme celeste”, con una presunta, utopica città ideale.
    Rileggendo con attenzione i suoi scritti sul quartiere, sulla città, sull’urbanistica del Novecento, si scopre un La Pira aggiornato, ben presente alla cultura del suo tempo, con idee e pulsioni estremamente avanzate, ben documentate nella intertestualità delle sue pagine in materia. Qui, a completamento di una lettura critica sul sindaco del primo vero Piano Regolatore di Firenze, sono raccolti, per la prima volta tutti insieme e integralmente, i suoi scritti in materia: Non case ma città, Il valore della città, La crisi ed il ruolo della città, Saluto a Le Corbusier.

    13,00 Acquista
  • La Divina Commedia

    di Venturino Camaiti

    Qui un siemo a Orsammichele, amici cari,
    o nella sala di Luca Giordano;
    io non sono i’ dDel Lungo, o i fFornaciari,
    ma un dantista a mi’ modo e popolano.
    E voi non siete letterati chiari,
    ma senza mutria e, come me, alla mano;
    né siete donne in quinci, quindi e guari,
    che sanno i’ gGreco e perinsin l’Indiano.
    V’espongo chiaro i’ ppoema divino
    «che sopra gli attri com’aquila vola»,
    e, quer che conta, in pretto fiorentino.
    Insomma son riunione di famiglia,
    ignuno gli ha diritto alla parola,
    e si fumma, si ride… e un si sbadiglia.

    Scritta e pubblicata a Firenze nel 1920, questa rilettura del capolavoro di Dante in vernacolo fiorentino è uno dei libri più letti e amati anche dai cultori del sommo poeta, oltreché da tutti i meno esperti del pensiero dell’Alighieri.
    Con leggerezza e ironia, e con un linguaggio assolutamente ancora attuale, ci permette di entrare nella Commedia in modo divertente e senza troppo impegno.

    5,90 Acquista
Simple Share Buttons