Free Call +39 055 3996466

Può sembrare un azzardo intitolare una collana a un cimitero, ma il Père Lachaise è da sempre molto più di questo: è un luogo di memoria storica e culturale, monumentale, di culto anche pagano, di scoperta delle proprie radici. Questa collana ospita autori fondamentali della letteratura mondiale di quali proponiamo testi inediti o ormai perduti, con il «recupero» di autori anche meno noti ma di grande rilevanza letteraria. Tutti i libri hanno una elegante veste editoriale e grafica, traduzioni accurate e apparati critici redatti da importanti esponenti della critica e della filologia letteraria.

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    Nella corrente

    di Joris Karl Huysmans

    In questo libro emergono già chiaramente i temi di À Rebours: l’unica soluzione per l’uomo è perdersi ed estinguersi nella corrente…

    Solitario, vagabondo, perso «nella corrente» di una Parigi dalla toponomastica sconvolta, il piccolo impiegato Folantin è un dandytravet che sogna la bellezza e l’armonia ma viene continuamente deluso dalla realtà. Huysmans, caposcuola del decadentismo letterario europeo, col romanzo Nella corrente vuole rappresentare il signor Folantin come l’altra faccia – la più sofferta, patetica e forse più vera – della scintillante moneta con l’effigie del dandy di lusso Des Esseintes, protagonista di À rebours, classico del dandismo.

    8,00 6,80 Acquista
  • In offerta!

    Non piangete la mia morte

    di Bartolomeo Vanzetti

    Il 23 agosto 1927, alle ore 0.19, venne giustiziato sulla sedia elettrica Nicola Sacco. Alle 0.26 toccò a Bartolomeo Vanzetti. Due anarchici. Due italiani in un’America che temeva già il comunismo come uno dei peggiori mali di sempre. Ma la storia di Sacco e Vanzetti, accusati di aver preso parte ad una rapina uccidendo un cassiere e una guardia e uccisi sulla sedia elettrica nonostante le prove evidenti della loro innocenza, non si chiuse con la loro morte. La loro è una delle più note storie d’ingiustizia, che va oltre la cronaca per diventare qualcosa di molto più grande e simbolico. In questo volume sono raccolti gli scritti di Vanzetti: Una vita proletaria, una sorta di autobiografia, le Lettere ai familiariUltime parole ai giuridi, la requisitoria che fece ai giudici che di lì a poco lo avrebbero condannato a morte. Sono testi che ci parlano di un uomo, dei suoi amori, dei suoi affetti, delle sue debolezze, ma anche della sua ferma idealità politica. E anche del valore assoluto dell’anarchia, che nelle parole del pescivendolo piemontese che divenne simbolo del martirio contro il potere oppressivo si rivela nella sua essenza libertaria, umanitaria, solidale.

    12,00 10,20 Acquista
  • In offerta!

    Acque di primavera

    di Ivan Turgenev

    Scritto nel 1871, ultima opera importante dello scrittore russo, Acque di primavera è una riflessione complessa sulla memoria e la morte, una storia costruita sulla desolazione e sulla consapevolezza che il passato, qualunque esso sia, non può tornare se non sotto forma di nostalgia, nella quale l’autobiografia dell’autore si intreccia con le sorti dell’essere umano in generale: perché Sanin, il protagonista del romanzo, con la sua apparente irrazionalità, in un modo o nell’altro siamo noi, tutti noi. La vita che ci scorre davanti agli occhi è intrisa di un pessimismo irreversibile in cui si scontrano contadini e nobili, paesani e intellettuali, riportandoci alla mente la riflessione filosofica sul nichilismo e sul ruolo della volontà individuale.

    12,00 10,20 Acquista
  • In offerta!

    Lettere

    di Georg Büchner

    «Un campione ottocentesco del realismo, nella strenua lotta letteraria tra progresso e reazione» György Lukács

    Una raccolta di lettere che contengono temi sorprendentemente moderni, mai pubblicate in italiano, dalla penna di uno dei più grandi difensori della libertà

    Questo libro contiene ciò che è sopravvissuto della corrispondenza di Büchner: una sessantina di lettere, più che sufficienti, nonché necessarie, per avere un quadro completo dell’autore e del turbolento momento storico in cui è vissuto. Se da un lato è lo sfondo sociale a prevalere in questa corrispondenza, dall’altro vi scopriamo la narrazione di un disagio interiore e di una passione che ha saputo trasmettere anche ai protagonisti dei suoi drammi. Appena ventenne, Büchner è riuscito a consegnare una manciata di capolavori alla letteratura tedesca che ancora oggi appaiono di un’attualità sconcertante, proprio perché si fondano su quelle problematiche che l’uomo, forse, non supererà mai.

    12,00 10,20 Acquista
  • In offerta!

    La caccia allo Snark

    di Lewis Carroll

    La caccia allo Snark, il poema che Carroll scrisse alcuni anni dopo Alice nel Paese delle Meraviglie, è un esempio grandissimo del nonsense di questo genio inglese. Il nonsense nasce qui addirittura prima del racconto: lo “snark”, parola composta da shark (pescecane) e snake (serpente), è un mostro sconosciuto che viene cercato da un bizzarro equipaggio costituito da un banditore, un lustrascarpe, un inventore di cappelli, un avvocato, un sensale, un segnapunti di biliardo, un banchiere, un fornaio famoso per il numero di cose che dimentica quando entra nella nave, un macellaio e un castoro. Alcuni studiosi hanno interpretato La caccia allo Snualo come un’allegoria della ricerca del Santo Graal, altri come una metafora dello scontro fra i partiti dei Whig e dei Tory, altri ancora come una perfida satira contro gli arrampicatori sociali o il mondo degli affari dell’Inghilterra guidata come un severissimo college dal “rettore” Regina Vittoria. Oggi possiamo leggere questo divertentissimo testo, qui ritradotto con cura in una nuova edizione con testo a fronte, come un semplice canto di allegra e profonda intelligenza.

    8,00 6,80 Acquista
  • In offerta!

    Uomini nel deserto

    di Thomas Edward Lawrence

    Una raccolta di articoli inediti del tenente colonnello Thomas Edward Lawrence, agente segreto, militare, archeologo e scrittore britannico, meglio conosciuto come Lawrence d’Arabia, che fu a capo della Rivolta Araba dell’inizio del Novecento. Considerato uno dei paladini del nazionalismo arabo, fu uno dei protagonisti della insurrezione delle tribù arabe contro la dominazione ottomana a inizio del Novecento nella zona compresa fra l’Higiaz e la Transgiordania. Visse a lungo con i beduini nel deserto. In Inghilterra scrisse poi I sette pilastri della saggezza in cui raccontò l’impresa compiuta con Faysal ed altri capi delle tribù arabe.

    10,00 8,50 Acquista
Simple Share Buttons