Free Call +39 055 3996466

Può sembrare un azzardo intitolare una collana a un cimitero, ma il Père Lachaise è da sempre molto più di questo: è un luogo di memoria storica e culturale, monumentale, di culto anche pagano, di scoperta delle proprie radici. Questa collana ospita autori fondamentali della letteratura mondiale di quali proponiamo testi inediti o ormai perduti, con il «recupero» di autori anche meno noti ma di grande rilevanza letteraria. Tutti i libri hanno una elegante veste editoriale e grafica, traduzioni accurate e apparati critici redatti da importanti esponenti della critica e della filologia letteraria.

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    La fine di un mondo. Giugno 1940

    di Julien Green

    «Il Grand Café de Bordeaux, di fronte alla Comédie, era il ritrovo di tutti i profughi parigini. Le sue colonne, le ghirlande, gli specchi, il soffitto su cui sgambettava tutto un Olimpo offenbachiano, trasudavano allegria e gioia di vivere, ed è difficile immaginare un’ironia più crudele che ambientare in uno scenario frivolo e banale com’era quel grande caffè di provincia una delle più terribili angosce che la Francia abbia mai sofferto. Bastava darsi un’occhiata intorno e ascoltare le cose che venivano dette ai vari tavoli per capire che la società che avevamo conosciuto stava miseramente agonizzando su quei sedili color vinaccia»

    Bordeaux, giugno 1940, la Francia sta cadendo nelle mani di Hitler, chi può cerca di arrivare in Spagna o in Portogallo, salire su una nave e mettersi in salvo. Questo è il racconto, dal vero, di quell’abisso della Storia.

    Un diario di guerra, il racconto di una catastrofe, la storia di uno sradicamento, la cronaca di un amore. Questo fulminante scritto di Julien Green, inedito in Italia, comprende tutte queste dimensioni, e anche molto di più. Con una precisione quasi chirurgica, la puntualità della descrizione, la morbidezza consueta della sua lingua, lo scrittore americano che scriveva in francese ci fa entrare nell’abisso e nel delirio del terrore e della fuga prima dell’imminente disastro nazista, ma ci permette anche di entrare, con generosità, nella profonda e sincera grandezza del suo animo.

    12,00 10,20 Acquista
  • In offerta!

    Racconti di fantasmi

    di Daniel Defoe

    Vengono qui raccolti e tradotti per la prima volta in Italia quattordici racconti dedicati da Defoe a fantasmi, apparizioni, spettri e demoni tentatori. Sull’argomento del soprannaturale Defoe aveva riflettuto e indagato moltissimo, cercando di fornire elementi certi in base alle fonti e alle credenze religiose del tempo. Aveva scritto numerosi opuscoli e alcuni veri e propri trattati – tra il 1700 e il 1730 – cercando di dimostrare, tra scienza e fede, come esista un mondo “superiore” dal quale provengono all’umanità apparizioni di vario genere che possono servire di avvertimento e di aiuto.
    Parallelamente, dal mondo soprannaturale, arrivano quegli “spiriti cattivi” che inducono l’uomo al peccato o ad azioni scellerate cercando di perderlo per l’eternità. Defoe credeva fermamente nel diavolo e al suo intervento nelle vicende umane, così come confidava negli angeli custodi che ne contrastano i disegni malvagi. Era quindi ben attento a distinguere fra “realtà” delle apparizioni e imbrogli di sedicenti indovini che miravano solo a sfruttare la superstizione popolare.
    Defoe, con questi racconti, espone una serie di eventi inspiegabili e sorprendenti che appassionano il lettore e lo incuriosiscono. Lo stile incalzante ed estremamente realistico trasforma ogni singolo caso in un perfetto strumento di intrattenimento.
    Nasce così, con queste sue pagine, quel genere della letteratura di fantasmi che troverà enorme successo nel XIX e XX secolo, diventando uno dei temi romanzeschi più diffusi.

    12,00 10,20 Acquista
  • In offerta!

    Novelle

    di Arthur Schnitzler

    Due sono gli aspetti da sempre universalmente riconosciuto dell’intera produzione di Schnitzler: il suo sguardo analitico sull’Austria fin de siècle e il suo rapporto con la psicanalisi. Qualsiasi tentativo di approccio alla sua produzione, sia essa teatrale che narrativa, che non tenesse conto del contesto storico-sociale di cui letteralmente si nutre l’intera opera schnitzleriana risulterebbe, se non inutile, quantomeno superficiale e scevro di ogni possibile comprensione concettuale. Anche nelle sue meno note Novelle, introvabili in italiano da decenni, lo scrittore austriaco, autore di Doppio Sogno – romanzo breve da cui Stanley Kubrick ha tratto il suo ultimo film «Eyes Wide Shut» – mette in gioco la sua conoscenza (anche personale) con Freud e della psicanalisi e si dimostra un profondo indagatore dell’animo umano, dimostrando la sua ineguagliata grandezza.

    10,00 8,50 Acquista
  • In offerta!

    Ivan lo scemo

    di Lev Tolstoj

    Pacifista e anarchico di ispirazione cristiana, Lev Tolstoj tratterrà la sua frustrazione fino alla fine, trovando nella fuga finale e disperata il suggello ideale agli ultimi anni da emarginato di lusso, adorato dal mondo, combattuto in patria dalle istituzioni dominanti, ma amato dal popolo. Proprio dal popolo Tolstoj trasse quel linguaggio che fa di «Ivàn lo scemo» una fiaba popolare, sia nella sua struttura, quanto mai semplice e ridondante, che nella lingua. Una delle grandi “fiabe” di Tolstoj: lo Scemo è un uomo sfortunato, un diseredato che occupa il gradino più basso della scala sociale. Tutti ridono di lui, lo strapazzano, lo picchiano per le cose strampalate che la sua dabbenaggine lo porta a fare. Ma la sorte lo prende in simpatia, ed egli diventerà vincitore.

    8,00 6,80 Per saperne di più
  • In offerta!

    Memorie di un giovane libertino

    di Guillaume Apollinaire

    Il romanzo di formazione di uno dei più grandi poeti del Novecento, considerato dalla critica come un piccolo capolavoro della letteratura erotica

    L’iniziazione amorosa e ripetutamente incestuosa del giovane Roger in un denso capolavoro che è anche un vero romanzo «di formazione», la storia di un adolescente che diventa uomo. Un libro sorprendentemente crudo nel lessico e spudorato nelle situazioni, tanto da essere stato per lungo tempo considerato «proibito» ed essere stato letto e diffuso clandestinamente, nonostante la notorietà del suo autore. Le boccaccesche avventure dell’adolescente che diventa uomo – e padre plurimo – sono percorse da quella ventata vitale e da quella leggerezza aerea che attraversa tutta l’opera di Apollinaire. Crudo nel lessico, spudorato nelle situazioni, il testo – e consapevole di questo era il suo autore, provocatore felice di irritare la pruderie borghese – meritò di finire a sua volta sui ripiani di quell’enfer letterario nel ventre della Biblioteca Nazionale parigina.

    8,00 6,80 Acquista
  • In offerta!

    La terza notte di Valpurga

    di Karl Kraus

    Una feroce condanna del nazismo scritta mentre Hitler prendeva il potere e che forse avrebbe potuto cambiare il corso della storia

    Tra maggio e settembre del 1933, pochi mesi dopo l’ascesa al potere di Hitler, Karl Kraus – brillante scrittore e giornalista ebreo austriaco – scrisse la prima, la più profonda e la più esaustiva analisi del nazismo che mai sia stata scritta, una «colata di lava incandescente» che – come scrive Paola Sorge nella sua introduzione al volume – «scende con violenza via via più forte a bruciare un mondo inconcepibilmente disumano», e dà corpo a queste pagine vibranti e tormentate. L’opera per ovvi motivi venne stampata solo nel 1952, ma se fosse stata divulgata nel 1933, quando era stata scritta, se fosse arrivata all’opinione pubblica mondiale, avrebbe forse potuto cambiare il corso della storia?

    12,00 10,20 Acquista
Simple Share Buttons