Free Call +39 055 3996466

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    Alterazioni

    di Aa. Vv.

    A cura di Elisabetta Meccariello. Prefazione di Roberto Incerti. Con i contributi di Silvano Panichi, Rodrigo Garcia, Massimiliano Civica, John Jesurun, Mimma Gallina, Branko Brezovec

    Tutto nasce da un bisogno, un’urgenza. Fare teatro dipende necessariamente da queste condizioni. Senza passione, senza un desiderio, il teatro non può esistere. Ci sono tanti modi di fare teatro, la differenza sostanziale tra stare sul palco e trasformare quel sogno in un progetto tangibile sta nel porsi le giuste domande. Non solo perché faccio teatro, ma per chi (cit. M. Civica). Focalizzare il “tu” di riferimento è lo strumento per definire la propria identità e individuare contenuti e mezzi di ciò che s’intende comunicare. Ma per parlare di impresa culturale è fondamentale introdurre ulteriori elementi, dinamiche, meccanismi.
    Cosa vuol dire? Come si costituisce? Cosa deve fare una giovane realtà teatrale per consolidare una visione artistica in occasione di lavoro?
    Questo volume è una riflessione sull’esperienza della Compagnia Laboratorio Nove, oggi AttoDue, un percorso di trent’anni segnato da incontri, confronti, cambi di direzione. Qual è l’origine della Compagnia, come si è evoluta e ha affrontato le crisi, cosa ha assimilato da autori, interpreti e registi, come si è posta di fronte ai cambiamenti? Quello che emerge è proprio un’idea di possibile impresa culturale, un modello improntato sulla fluidità, sull’apertura all’altro, sulla capacità di mutare in base al vissuto, è un modello che impara, cresce, ingloba i contributi esterni, elabora un metodo, ascolta il tempo in cui vive. Forse, un esempio per nuove generazioni di amanti del teatro.

     

    25,00 21,25 Acquista
    Sfoglia la wishlist
  • In offerta!

    So ballare il Bolero di Ravel

    di Silvia Poletti

    Con una prefazione di Luciano Alberti

    Un libro dedicato alla figura di Marga Nativo, étoile del Maggio negli anni d’oro e direttrice artistica dell’Associazione Culturale Florence Dance Center e dell’omonimo festival, a cura della giornalista e critico di danza Silvia Poletti. A partire dall’esperienza al Maggio Musicale Fiorentino, attraverso le sue stesse parole e i suoi ricordi, ripercorriamo l’essenza culturale della danza e la storia del Maggio Musicale. In questo senso, il libro intende conservare la memoria storica di un periodo importantissimo per lo sviluppo dell’arte coreutica in Italia e promuoverne la conoscenza da parte delle nuove generazioni. L’idea di raccontare Marga Nativo si unisce così a quella di raccontare una Firenze, un’Italia della cultura straordinariamente piena di entusiasmi e promesse, ricca di ispirazione e di orgogliosa consapevolezza del primato storico che tutto il mondo le riconosceva. Un racconto fatto da una prospettiva particolare – quella di un’artista che ha scelto di esprimersi con il suo corpo – che descrive anche l’evoluzione della danza e la sua affermazione nel nostro Paese, fino ai giorni nostri, in cui all’incertezza fa da controcanto la tenacia e la passione di quanti, come Marga, hanno letteralmente lottato per far sì che anche l’Italia entrasse a far parte della scena della danza.

    22,00 18,70 Acquista
  • In offerta!

    L’entomologo curioso

    di Mario Lolli Ghetti

    Il diario di viaggio intorno al mondo di uno dei massimi esperti di arte e di architettura italiani.

    Con quindici immagini a colori.

    Dall’introduzione dell’autore: «I racconti raccolti in questo Atlante di viaggio rappresentano solamente una piccola parte dei viaggi che ho fatto per piacere o per dovere di ufficio in molte parti del mondo. Pochi dei racconti sono stati scritti al momento, molti anche a distanza di tempo sulla base dei ricordi e perciò possono essere stati abbelliti o possono mancare dei dettagli che per altri possono essere fondamentali: si sa, del resto, che chi scrive si prende spesso delle licenze poetiche… Io che ho l’abitudine di affibbiare dei soprannomi mi sono definito da solo “L’entomologo curioso” perché, come i collezionisti d’insetti, non finisco mai di collezionare personaggi o situazioni da travasare poi nelle mie cronache. Ho voluto che i vari capitoli del libro fossero accompagnati dai bozzetti che l’artista Emilio Farina ha prodotto per l’allestimento della sua mostra personale al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi nel 2013, perché si tratta di schizzi di colore così come lo sono i miei racconti».

    18,00 15,30 Acquista
  • In offerta!

    Cinquanta quadri

    di Lauretta Colonnelli

    Lauretta Colonnelli esamina in questo volume i dipinti più popolari, quelli che sono sempre sotto gli occhi di tutti: nella pubblicità, sulle scatole dei cioccolatini, sui poster, sulle copertine dei libri, nelle vetrine dei negozi. Immagini familiari, ma che pochi riconoscono come capolavori della storia dell’arte. Quasi nessuno ricorda che i due angioletti imbronciati presenti in quasi tutti i negozi per bambini furono dipinti da Raffaello ai piedi della sua Madonna Sistina. Tutti riconoscono la Gioconda di Leonardo, ma in molti sono convinti che sia dipinta su tela e che la Francia dovrebbe restituirla ai musei italiani, ai quali sarebbe stata sottratta da Napoleone. Siamo sicuri che a Tamara de Lempicka bastò una manciata di lezioni per imparare a dipingere? E quanti sono al corrente del segreto nascosto nel naso spaccato di Federico da Montefeltro, duca di Urbino, ritratto da Piero della Francesca? L’autrice raccoglie cinquanta di questi capolavori. Di ognuno racconta la storia, la vita dell’autore, e i particolari che si celano dentro l’immagine.

    35,00 29,75 Acquista
  • In offerta!

    Henry Moore

    di Francesco Gurrieri

    Henry Moore (1898-1986) è stato con Giacometti, Brancusi e Calder uno dei maestri indiscussi della scultura del Novecento. In questo saggio semplice e immediato come gli altri volumi della collana Sorbonne, il curatore ne racconta anche il periodo “italiano” di metà anni Settanta, in occasione della grande mostra di Firenze e della scultura donata alla città di Prato e diventata simbolo della città toscana. Una rilettura critica e scientifica ma anche umana del percorso artistico di uno dei più importanti scultori del secolo scorso.

     

    7,90 6,72 Acquista
  • In offerta!

    La tavola di Dio

    di Lauretta Colonnelli

    In quale salsa Gesù intinse il boccone che offrì a Giuda? A che ora ebbe inizio l’ultima cena? Chi la cucinò? Pesce, agnello o maiale? Arrosto o bollito? Vino bianco o vino rosso? Quali inni cantarono Gesù e gli apostoli dopo aver mangiato? Seduti o sdraiati? Chi pagò il conto? Quante Ultime cene con gamberi ci sono nelle chiese del Trentino? Quante ciliegie dipinse il Ghirlandaio nei cenacoli fiorentini? È vero che Leonardo era vegetariano? E perché riempì di anguille i piatti del suo Cenacolo? Chi fu l’unico artista a raffigurare la Pasqua ebraica? Perché Giuda veste di giallo? E perché ha i capelli rossicci? Che cos’è il «gomito rinascimentale»? Da dove arrivarono i gatti che compaiono sotto la tavola dei Cenacoli? Per quanti minuti deve riposare l’impasto degli azzimi? Perché i grilli sono puri? E perché le lumache no? Di quanto sono aumentate le porzioni della sacra cena negli ultimi mille anni? Chi ha dipinto la pagnotta più grande? Perché quasi tutti gli artisti hanno riempito di coltelli la mensa di Gesù? In quale Ultima cena appare il primo tovagliolo della storia dell’arte?

    29,00 12,75 Acquista
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons