Free Call +39 055 3996466

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    Wann-Chlore. Jane la pallida

    Honoré de Balzac

    Uno dei romanzi meno noti di Balzac, mai pubblicato in italiano se non in forma edulcorata e introvabile dagli anni Trenta del Novecento, proposto adesso in una nuova traduzione di Mariolina Bertini e con un’introduzione di Alessandra Ginzburg

    Nel 1825 Honoré de Balzac, a 26 anni, pubblica anonimamente il più ambizioso dei suoi romanzi giovanili, Wann-Chlore. Si ispira nell’intreccio a un dramma giovanile di Goethe, Stella, che affronta il tema di un uomo diviso tra l’amore di due donne. È questa anche la situazione del protagonista di Wann-Chlore, un giovane ufficiale di nobile e ricca famiglia, Horace Landon. Durante le guerre napoleoniche, Horace vive un’intensa e romantica storia d’amore con una fanciulla inglese, Wann-Chlore. Credendosi però tradito da lei, in seguito a un complesso inganno ordito da un falso amico, sposa nel 1814 Eugénie, dolce e devota creatura martirizzata da una madre ambiziosa e durissima. Quando, troppo tardi, Horace scopre che Wann-Chlore non l’aveva mai tradito, abbandona Eugénie e torna da lei. Eugénie però non si rassegna: si fa assumere sotto falso nome al servizio della rivale e sviluppa verso di lei una sorta di complesso e tormentato odio-amore. La situazione precipiterà verso uno scioglimento tragico, che riunirà gli amanti in una «morte d’amore» simile a quella di Tristano e Isotta. Lungamente elaborato da Balzac tra il 1822 e il 1825, Wann-Chlore alterna episodi più realistici (come i rapporti di Eugénie con la madre) a parti dall’atmosfera fantastica e onirica, ispirate al romanzo gotico. Balzac lo ripubblicherà nel 1836, insieme ad altre opere giovanili, in un’edizione censurata e ridotta, con il titolo Jane la Pâle. Questa versione ha avuto nell’Ottocento e poi negli anni Trenta del Novecento alcune edizioni italiane, ma quella originale, del 1825, viene qui per la prima volta tradotta nella nostra lingua.

    15,00 12,75 Acquista
  • In offerta!

    Social Classici

    Fabio Veneri e Victor Cavazzoni

    Cinquanta testi fondamentali della letteratura riletti a partire dal linguaggio e dai codici dei social network. Illustrazioni che contribuiscono a sintetizzare le opere, giocando con la loro essenza.

    Virgilio, Goethe, Proust e perfino Dostoevskij: nessuno può sfuggire all’ironia di un tweet o alla passione dei propri follower. Perché è bello scherzare per amore dei classici. Perché Omero e Cervantes aiutano a vivere meglio. E perché Shakespeare, oltre che in love, è certamente anche in like.

    19,00 16,15 Acquista
  • In offerta!

    Contro l’astrologia

    di Jonathan Swift, Benjamin Franklin

    Ironici, irriverenti, attualissimi, i testi di Swift e di Franklin dissacrano l’astrologia con le sue stesse armi, ma anche mediante il vaglio critico dei meccanismi che ne garantiscono ancora oggi la popolarità

    Scritti tra il 1708 e il 1709, questi opuscoli sono tra le opere più curiose e attuali di Swift: una satira corrosiva dell’astrologia, all’epoca diffusissima anche presso i potenti, tanto da rendere certi astrologi vere e proprie celebrità pubbliche. Fingendosi anch’egli astrologo (con il nome di Bickerstaff), Swift rivolge i propri strali contro il famoso John Partridge – specializzato nel predire la morte di sovrani e uomini comuni – del quale profetizza a sua volta la morte con argomenti tanto grotteschi quanto efficaci, espressi nello stile tipico degli astrologi suoi contemporanei. L’opera ebbe grande rinomanza nel XVIII secolo e non solo in Inghilterra: fu infatti ricordata con divertimento persino da Voltaire; un successo testimoniato anche dall’imitazione che tra il 1732 e il 1740 ne fece l’americano Franklin, sino a oggi mai tradotta in italiano.

    12,00 10,20 Acquista
  • In offerta!

    Tre Maestri

    di Alexandre Dumas

    Un romanzo-saggio inedito in Italia e assai anomalo nella produzione dumasiana, dedicato alla psicologia dell’artista alle prese con il proprio genio: il tormento di Michelangelo, il pragmatismo di Tiziano, l’edonismo di Raffaello

    Nel 1840, per sfuggire ai creditori e alle tentazioni di Parigi, Alexandre Dumas si trasferisce in Italia. Di lì a poco riceve una generosa offerta per redigere un testo sulla Galleria degli Uffizi: note biografiche e critiche sui creatori e i tesori esposti nel museo. Ne emergono le qualità di Dumas come critico d’arte e la sua abilità di narrare fatti documentati: l’autore non si limita a descrivere le opere o a raccontare gli episodi salienti della vita dei tre artisti, ma ricostruisce la genesi delle loro creazioni, l’ambiente storico e culturale in cui si è sviluppato il processo artistico, e delinea il carattere dei personaggi che hanno interagito con la realizzazione di capolavori inimitabili.

    14,00 11,90 Acquista
  • In offerta!

    Un campanile

    di Louis Fèvre-Desprez

    Da Daudet a Zola, decine di autori francesi si sono battuti contro la censura di questo romanzo audace e coraggioso

    Un’opera inedita, vivace, frizzante, servita da un impasto linguistico variopinto, brillante e poliedrico che trova le sue radici nella scrittura di Rabelais

    Pubblicato nel maggio del 1884 da un editore belga dopo vari rifiuti da parte di editori francesi che l’avevano giudicato troppo osé, è una rappresentazione molto concreta della vita contadina in un villaggio della provincia francese, in tutte le sue manifestazioni: gioie, dolori, nascite, lutti, miserie, felicità, e anche sesso, in un turbinio incessante di personaggi e figure caratteristiche. Al centro, la storia d’amore tra un reverendo e una maestra laica appena arrivata nel villaggio. Il libro fu censurato, e Desprez condannato per oscenità a mille franchi di multa e un mese di prigione. La vicenda suscitò grande scalpore, in un secolo in cui problemi etici e libertà d’espressione erano all’ordine del giorno.

    14,00 11,90 Acquista
  • In offerta!

    La strega

    di Madeleine Bavent

    L’ampio dibattito demonologico che nel Cinquecento e Seicento coinvolse magistrati, medici, uomini di Chiesa è ben documentato e studiato… Ma chi ha raccontato la storia delle vittime? Questo libro è un’occasione per dare nuovamente voce a tutte le donne imprigionate o finite sul rogo con l’accusa di stregoneria. Madeleine Bavent, giovane religiosa in un convento francese, subisce per mano del suo confessore e del suo curato qualsiasi tipo di tortura psicologica e fisica, tanto da impazzire ed essere per questo accusata di possessione demoniaca. Attraverso la confessione che le viene estorta dai suoi esorcisti, Madeleine è costretta a rivivere i momenti cruciali della sua esistenza tormentata: dalla vocazione religiosa alla scoperta della sessualità, dall’iniziazione alle messe nere fino agli esorcismi, dalla prigionia ai ripetuti tentativi di suicidio, per arrivare infine al patto col diavolo e alla ribellione, che non esclude però la consapevolezza del peccato.

    14,00 11,90 Per saperne di più
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons