Free Call +39 055 3996466

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    Domenico Modugno

    di Don Backy

    «La canzone è un momento di grande felicità. Non sono d’accordo con i tormenti interiori. Non servono a niente. Io voglio cantare la felicità, anche se non esiste, mi voglio illudere che esista, devo credere che esista»

    In un articolo su «Epoca», nel 1959, Enzo Biagi scrisse: «Modugno ha fatto, per la diffusione della nostra lingua, un’opera degna della Dante Alighieri: Ciao, ciao bambina è un’espressione largamente usata ovunque: e potete immaginare come questo efficace esperanto possa facilitare i rapporti tra i popoli. […] Tutto ciò che egli fa è poi tanto italiano: italiano è il suo aspetto, italiana la sua ispirazione. Chioma e sospiri sono italiani, gesti e sgomenti sono italiani: esasperati, scatenati, eccessivi, dilaganti. Modugno non appare sul teleschermo, lo occupa; non canta i suoi motivi, li impone; non vi invita ad ascoltarlo, ve lo ordina. Ve lo ordina con i capelli, gli occhi, i baffi, le mani: è fortissimo e prepotente». Fin dalla sua travolgente vittoria a Sanremo nel 1958, con Nel blu dipinto di blu, Modugno è diventato un amico, un compagno, un amante, un riferimento per tutti gli italiani. In questo volume il suo «collega» Don Backy spiega perché Modugno è stato anche il maestro di tutti i cantautori e gli autori successivi, e la rivoluzione che ha compiuto nella musica leggera, non solo italiana.

     

    7,90 6,72 Acquista
  • In offerta!

    Lou Reed

    di Paolo Russo

    «Non ho mai fatto caso alle mode, non me ne sono mai preoccupato. Quello che mi importava, quello che mi interessava era la musica. Ho sempre creduto di avere qualcosa di importante da dire e l’ho detto. Ecco perché sono sopravvissuto, perché sono convinto di avere ancora qualcosa da dire»

    Caro lettore, mentre stai interrogando questo libretto per decidere se lo vuoi, o prima invece che, dopo averlo acquistato, tu proceda nel leggerlo, alla maniera dei maestri del passato ti rivolgo un invito: sii clemente con queste povere righe, sono solo la mia dichiarazione d’amore per un grand’uomo, Lou Reed, che ho avuto la fortuna di amare da distante e incontrare da vicino. Lou Reed non è stato solo uno fra i più importanti musicisti del secondo Novecento, una delle migliori menti del rock and roll – che, con lui più che mai è stato sesso, droga e chitarre elettriche ma pure infinitamente altro: qualcosa che gli antropologi chiamano cultura – e, insieme, un essere umano eccezionale. Almeno io, da un lontano non troppo lontano, l’ho percepito così e così cercherò di restituirlo ai miei venti manzoniani lettori. Che prego di non cercarlo in queste mie parole lungo la strada di aneddoti, eccessi, glorie planetarie, favolose amicizie e dotte esegesi. Qui si parla di uomini e vita. Questa è solo un’altra storia in cerca d’ascolto.

    7,90 6,72 Acquista
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons