Free Call +39 055 3996466

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    La Grande guerra giorno per giorno

    di Roberto Raja

    1914-2014. Cento anni fa, per la prima volta, il mondo intero venne devastato da una guerra mondiale che costò 25 milioni di morti e aprì un secolo di sangue e di distruzioni. Di solito i libri di storia raccontano le cause, le vicende e i retroscena di questa tragedia collettiva di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze e che portò a un’altra guerra mondiale ancora più devastante e a decenni di guerra fredda e di ulteriori tragedie. Questo libro non affronta la Grande Guerra da questi punti di vista. Questo libro racconta semplicemente i fatti per come si sono svolti, in un’appassionante cronologia talmente completa ed esaustiva da diventare un esempio mai realizzato. Leggendo questo apparentemente asettico elenco di momenti e di avvenimenti ci si accorge di leggere la storia come se fosse uno straordinario romanzo, e si ha la possibilità di avere tutti gli elementi necessari a capire quel che avvenne esattamente cento anni fa e per interpretare anche l’oggi. Il piano dell’opera prevede: gli antecedenti, la cronologia dei fatti, i ritratti dei protagonisti, l’indice completo dei nomi e dei luoghi.

    Prefazione di Guido Ceronetti

    12,90 10,96 Acquista
  • In offerta!

    Gol di rapina

    di Pippo Russo

    A partire dagli anni Novanta il calcio ha subìto una mutazione genetica, da cui è uscito trasformato in termini sia culturali che economici. L’ex grande rito identitario di massa si è convertito in uno spettacolo di portata globale, caricato di significati diversi rispetto a quelli agonistici. Soprattutto, per molti attori esso è diventato uno straordinario business da colonizzare incontrando scarse resistenze. Sollecitato dalla pressione verso una modernizzazione vera o presunta, il calcio si è scoperto facilmente permeabile da soggetti e interessi man mano più opachi, ma tutti quanti accomunati da una caratteristica: l’ansia di fare del gioco una macchina da soldi, per poi distribuirli fuori dal calcio. Con l’inizio del XXI secolo il meccanismo è stato messo a punto, e dopo l’esplosione della grande crisi economica del 2007 – che ha colpito il calcio come ogni altro comparto economico – ha trovato condizioni favorevoli per diffondersi e legittimarsi. La situazione odierna parla di interi subcontinenti in cui il calcio è sotto il controllo di attori economico-finanziari esterni al calcio stesso: fondi d’investimento misteriosi con sede legale presso paradisi fiscali, oligarchi ansiosi di riciclare denari di dubbia provenienza, potentissimi agenti capaci di controllare eserciti di calciatori e allenatori impegnati presso i campionati d’ogni angolo del mondo. Una situazione che, nella migliore delle ipotesi, vede ampliare a dismisura la zona grigia fra legalità e illegalità. In questo volume si conduce una lunga e dettagliata inchiesta su personaggi, enti e circostanze la cui azione ha fatto sì che la globalizzazione del calcio avvenisse nel segno del malaffare. Un tema a proposito del quale in Italia vige una congiura del silenzio. Come se tutto ciò non riguardasse il calcio di questo paese. E invece la colonizzazione è già iniziata anche qui.

    15,00 12,75 Per saperne di più
  • In offerta!

    La costruzione della bellezza

    di Maurizio Naldini, Pierfrancesco Listri

    Dalla fondazione della città romana a Matteo Renzi. Un libro di straordinaria ricchezza e di inattesa leggerezza. Mille pagine per due millenni di storia, raccontata con scioltezza e immediatezza e con puntualissima documentazione storica. Un vero e proprio esempio di libro di storia accessibile a tutti e divertente come un romanzo d’avventure. Con cronologie, schede sulle maggiori curiosità, approfondimenti sulla vita quotidiana, ricostruzioni sull’architettura, l’arte, la guerra, il costume, la medicina, la cucina, la femminilità, l’infanzia, i giochi, la scuola, la tortura, la morte, la scienza, le eresie, la religiosità, la campagna, l’industria, lo sport, la politica.
    Ognuno dei dodici capitoli contempla un’introduzione storica del celebre Franco Cardini.

    29,90 25,42 Acquista
  • In offerta!

    Il comunismo spiegato ai bambini capitalisti

    di Gérard Thomas

    Appena pubblicato in Francia, è un libro che racconta una delle più grandi avventure della storia dell’uomo e ci fa capire più di tanta retorica perché quello che abbiamo intorno non è l’unico dei mondi possibili. Dai sumeri a Gesù Cristo, da Rousseau a Marx, da Che Guevara a Pasolini, dalle rivolte contadine medievali alla Rivoluzione Francese, dal luddismo al Sessantotto, il racconto semplice e immediato – ma anche storicamente documentato e coerentemente politico – sull’idea comunista e il suo sviluppo. Partendo dal presupposto che «quando nascono, tutti i bambini sono comunisti. Poi a un certo punto succede qualcosa nella loro testa e invece di continuare a essere dei bambini uguali a tutti gli altri diventano dei bambini capitalisti», ma anche che «per spiegare il comunismo la cosa più semplice è raccontare la sua storia, che è una storia avventurosa e anche un po’ paurosa. E soprattutto una storia molto lunga. È una storia che comincia con la comparsa dell’uomo, circa ventimila anni fa, e anche se ha avuto delle vicende piuttosto complicate, è una storia che non è ancora finita. Per un motivo molto semplice: il comunismo è un’idea che appartiene agli esseri umani, più naturalmente e semplicemente del capitalismo».

    9,90 8,42 Acquista
  • In offerta!

    L’importo della ferita e altre storie

    di Pippo Russo

    Sapevate che le ferite hanno un importo? E che dalla dissoluzione dell’ex Unione Sovietica è nata “la repubblica kazara”, i cui cittadini non possono che essere definiti kazzari? E che negli occhi di un uomo appena ammazzato si può leggere al tempo stesso sorpresa, delusione e estasi? Volete sapere quanti spot pubblicitari non occulti comprate pagando il prezzo di copertina di un libro? Questo e molto altro troverete nelle pagine di questo volume. Scritto dall’inventore della rubrica sportiva «Pallonate» (nata sul «Manifesto» e successivamente ospitata da «l’Unità» e dal «Fatto Quotidiano») con l’applicazione dello stesso metodo: una lettura scrupolosa del testo e il commento dei suoi vizi. Che possono andare dallo strafalcione grammaticale all’eccesso d’enfasi, dalle incongruenze ai nonsense, dallo humour raggelante a quelle misteriose improprietà che sembrano proprio essere il frutto di traduzioni mal riuscite da lingue straniere. Tutto ciò viene minuziosamente riportato nelle pagine di questo libro. Nel quale non ci si occupa di critica letteraria, e in cui l’unico giudizio di qualità viene dato con gli occhi del lettore, e non del giornalista culturale. La bussola che guida l’operazione è il confronto col testo. E nulla più di esso può essere spietato per un autore.

     

    15,00 12,75 Acquista
  • In offerta!

    L’urgenza e la pazienza

    di Jean Philippe Toussaint

    «Jean-Philippe Toussaint è oggi il più stimato e influente scrittore di lingua francese e uno dei più importanti scrittori europei. In questo libro spiega cosa significa per lui scrivere e leggere. Per questo è un libro indispensabile» The Times

    Come si diventa scrittori? Perché si diventa scrittori? Cosa scatta nella mente di un uomo che decide o «sente» di dover cominciare a scrivere? E perché leggiamo? In che modo le parole entrano dentro di noi e diventano pensiero? Quali sono le forme attraverso le quali le parole e i pensieri che produciamo nella nostra mente trasformano la nostra vita e le nostre azioni? Quali sono i concetti che guidano la scrittura? Questo di Jean-Philippe Toussaint, ormai considerato uno dei più importanti scrittori europei, protagonista alcuni mesi orsono di una mostra monografica sulla sua arte addirittura all’interno del museo del Louvre di Parigi, è un testo paragonabile forse alle celeberrime Lezioni Americane di Italo Calvino, e che, caso più unico che raro, è riuscito a conquistare le vette delle classifiche di vendita in Francia, Belgio, Svizzera e Paesi Bassi. Tradotto in una decina di lingue, L’urgenza e la pazienza è un saggio di estetica e di epistemologia di una profondità assoluta ma che si legge con la semplicità di un racconto, che regala la bellezza di una scrittura sublime e una ricchezza di idee e di spunti capace di allargare il pensiero e stimolare il ragionamento, parlando di Samuel Beckett e di Fedor Dostoevskij, di Marcel Proust e di Vladimir Nabokov, di Edmund White e di Blaise Pascal con la leggerezza bella con cui si potrebbe parlare di paesaggi o di avventure dello spirito.

    12,00 10,20 Acquista
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons