Free Call +39 055 3996466

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    Konfidenz

    Ariel Dorfman

    Un thriller che cela un’allegoria politica che ambiziosamente affronta grandi questioni come lealtà, ideologia e verità.

    A Parigi, in una camera d’albergo, all’alba di un giorno che cambierà la Storia, squilla il telefono e una donna di nome Barbara risponde. Si aspetta di sentire la voce del suo amante, Martin, che vive in clandestinità in quella città, facendo propaganda contro la dittatura del Paese da cui provengono. La voce è invece è quella di uno sconosciuto, Leon. Un uomo che sembra sapere tutto di lei e di Martin, che è convinto che Barbara sia l’incarnazione di una donna immaginaria che popola i suoi sogni fin dall’adolescenza, Susanna. Come Martin, Leon è una figura misteriosa il cui passato e le cui motivazioni non sono sempre chiari. In una conversazione telefonica di nove ore con Barbara, Leon parla di Susanna, del pericolo in cui si trova Martin (alcuni sospettano che sia un agente della polizia segreta), della sua vita e del suo matrimonio. Finché la lunga telefonata non viene interrotta: qualcuno sta bussando alla porta della camera, e non ha buone intenzioni. Tutto sta per cambiare per sempre. Un thriller magnetico e provocatorio che esplora un territorio in cui l’ossessione sessuale incrocia il terrore politico, ricordandoci che niente è più pericoloso della fiducia.

    17,00 16,15 Acquista
  • In offerta!

    Lettere inedite

    Maria Antonietta

    Le lettere, mai apparse fino ad oggi e per la prima volta tradotte in italiano, che rivelano un nuova Maria Antonietta, una ragazza e una donna molto diversa, assai più profonda, più sensibile, più complessa della sua leggenda

    Documenti storici fondamentali che permettono di esplorare nuove e inedite prospettive di interpretazione su quel periodo decisivo della storia. 

    Un libro curato da Catriona Seth, specialista del Settecento, membro della British Academy e dell’Académie Royale de Belgique e docente all’Università di Oxford, curatrice dell’edizione della Pléiade delle opere di Madame de Staël
    Maria Antonietta è stata un’intrigante al servizio dell’Austria, una spia che agiva nell’ombra pronta a tutto per nuocere alla Francia, come è stata dipinta da una certa leggenda oscura, o una povera creatura travolta dagli eventi e rimasta in realtà sempre inconsapevole? Oppure una ragazzetta viziata e incosciente, che non capì mai il mondo che aveva intorno? Gli storici, spesso più preoccupati di dare la loro versione sulla fine dell’Ancien Régime che di ricostruire una realtà storica, l’hanno sempre incasellata in una di queste ristrette categorie. Nelle lettere che per una ventina d’anni Maria Antonietta inviò al conte di Mercy, diplomatico austriaco e suo caro amico, mai pubblicate fino a oggi, possiamo finalmente sentir risuonare la sua voce, il suo pensiero, le sue paure, i suoi dubbi, le sue idee politiche. Da queste lettere, a volte scritte in fretta, a volte cancellate, a volte strappate, emerge una giovane donna di insospettabile spessore, capace di capire e intuire molto più di quanto si potrebbe pensare. La curatrice, tra i massimi esperti al mondo del Settecento, accompagna con una raffinata e appassionante analisi questa eccezionale corrispondenza.

    19,00 18,05 Acquista
  • In offerta!

    Atlante delle migrazioni

    Giovanna Ceccatelli, Stefania Tirini e Stefania Tusini

    Da quando un piccolo uomo nero, o forse una piccolissima donna, si sono alzati in piedi e, partendo dall’Africa, hanno popolato la Terra, la specie umana non si è più fermata. Fino a oggi, quando si è improvvisamente bloccata per un evento imprevisto, ma largamente prevedibile e già annunciato, per quanto inascoltato, dalla scienza e perfino dalla fantascienza. E magari finalmente capirà che non è la padrona della natura e del mondo, ma natura essa stessa, e anzi la più molesta delle sue creature. Capirà che il fondamentale darwinismo biologico non doveva trasformarsi nel cinico darwinismo sociale. Che il diritto di muoversi, fatto proprio da una minoranza di abitanti del pianeta, per vietarlo alla maggior parte degli altri, è un diritto universale e irrinunciabile, la cui privazione è sofferenza e lutto.
    Dall’orma millenaria nella cenere di Laetoli, all’ecological footprint, passando per l’impronta di Armstrong sulla Luna, questo Atlante delle migrazioni è il lungo racconto del cammino degli esseri umani attraverso la storia e la geografia del nostro pianeta: l’unica casa comune che ci è concesso di avere e che solo tutti insieme possiamo salvare, anche da questo nuovo nemico condiviso e senza confini.
    Ora possiamo scegliere se alzare frontiere ancora più inique o ripensarle, insieme alle opportunità e all’emancipazione collettiva che proprio le migrazioni ci offrono. Abbiamo cercato di usare un linguaggio accessibile e attraente, di fornire tanti dati corretti ma non citazioni e note erudite. Anzi, di parlare anche di cinema e letteratura. E soprattutto abbiamo scelto di rivolgerci a tutti, specialmente ai più giovani, e di dedicarlo a tutti i bambini del mondo, che certamente ne costruiranno uno migliore se li lasciamo crescere insieme.

    18,00 17,10 Acquista
  • In offerta!

    Guida tascabile per maniaci degli anni Settanta

    The 88 Fools

    «Give peace a chance»
    «Col dito, col dito, orgasmo garantito!»
    «Giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio cose…»
    «Non avrai altro jeans all’infuori di me»
    «Uomo represso, masturbati nel cesso»
    «Che la forza sia con te!»

    Un decennio straordinario, nel quale tutto sembrava possibile, aperto dal Sessantotto e dall’Autunno Caldo e chiuso dalla Febbre del Sabato sera. In mezzo rivoluzioni, movimenti, terrorismo, indiani metropolitani, Vietnam, capelli, arance meccaniche, bombe nelle banche e sui treni, tutto e il contrario di tutto, il colore e il sangue, la follia e la bellezza, la psichedelia, il progressive, il punk, i fiori e la moda più colorata di sempre, uno stare al mondo che poteva far sognare ogni cosa. In questa Guida troverete una cronologia storica accuratissima con una speciale attenzione al mondo intero e non solo all’Occidente, un intero capitolo dedicato agli «anni di piombo», e ancora gli oggetti, i libri, il cinema, la musica, lo sport, le droghe, la scuola, le parole, e molto altro. Suggerimenti, idee, segnali, simboli. Per capire, ricordare, immaginare, ricostruire, forse anche inventare un pezzo indispensabile della nostra memoria individuale e collettiva.

    15,00 14,25 Acquista
  • In offerta!

    Paper dolls

    Giancarlo Ascari e Pia Valentinis

    Venti personaggi, venti donne e uomini che hanno cambiato il corso dell’arte, della letteratura, del pensiero, della musica, di noi tutti… trasformati in bambole da ritagliare e vestire a piacimento.

    Con le bambole di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Gertrude Stein, Anaïs Nin, Cole Porter, Bessie Smith, Djuna Barnes, Jean Cocteau, Vaclav Nižinskij, Marcel Proust, Anne Bonny, Leonardo da Vinci, Cristina di Svezia, Arthur Rimbaud, Allen Ginsberg, Oscar Wilde, Federico García Lorca, Isadora Duncan, Lawrence d’Arabia, Walt Whitman e Mary Shelley

    Venti protagonisti del nostro pensiero, del nostro immaginario, dei nostri ideali. Undici uomini e nove donne che hanno cambiato il corso delle cose nella musica, nella letteratura, nella poesia, nell’arte, nella danza, nell’iconografia, nella politica. Trasformati in bambole ritagliabili in deshabillé, con accanto, sempre da ritagliare, abiti e oggetti indispensabili al loro personaggio. Un libro irriverente e genialmente scorretto, un gioco per adulti che con sottile e intelligente ironia dissacra il sacro e rende vicino chi solitamente è considerato abitare un Olimpo irraggiungibile.

    19,00 18,05 Acquista
  • In offerta!

    La fabbrica che non volle chiudere

    Domenico Guarino, Daniele Calosi

    Uno dei casi sindacali, sociali e politici più emblematici degli ultimi anni

    Un anno fa, con una disposizione improvvisa e inattesa, la multinazionale Bekaert decide di chiudere lo stabilimento di Figline Valdarno, in provincia di Firenze. Gli operai, insieme ai sindacati, scelgono di opporsi con forza a quella che viene subito percepita come una profonda ingiustizia. Ne nasce una vertenza emblematica dei rapporti di forza esistenti nel mondo del lavoro post-crisi, ma anche della capacità dei lavoratori di legarsi al territorio e di inventare forme nuove di opposizione e di protesta. Ottenendo anche significativi successi. Il libro, costruito intorno a una conversazione con il segretario della Fiom, Daniele Calosi, e alle testimonianze corali di quella moltitudine (operai, famiglie, istituzioni, semplici cittadini e personaggi famosi, come il cantante Sting), racconta la vicenda Bekaert come una moderna epopea, in cui piccoli David operai si oppongono ai Golia della globalizzazione e della logica mercantilista, sostenendo il primato dei diritti e della dignità del lavoro.

    15,00 14,25 Acquista
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!
Simple Share Buttons