Free Call +39 055 3996466

Narrativa

Trova il tuo libro

Ricerca per autore
  • In offerta!

    CosmoZ

    di Claro

    «Claro con il suo genio riesce a trasformare un soggetto infantile in una straordinaria tragedia» Libération

    In principio fu Il mago di Oz, divertente e colorato romanzo per ragazzi scritto dall’americano L. Frank Baum nel 1900, una delle storie più famose di tutti i tempi grazie anche al mitico film con Judy Garland. In questo Cosmoz il visionario scrittore francese Claro torna sulla celeberrima strada di mattoni gialli per ripercorrerla alla sua maniera, in un viaggio lisergico e grottesco che oscilla tra l’ossessione e la meraviglia senza soluzione di continuità: così l’ingenua Dorothy si trova al fianco di Nick Chopper, mutilato della Prima Guerra Mondiale tramutato in un Uomo di Latta da un dottore senza scrupoli; di Oscar Crow, lo Spaventapasseri senza memoria che proviene direttamente dal subconscio di Baum; e ancora Elfeba, un’aviatrice che sogna di scrivere in cielo, e Avram e Eizik, i due Munchkins fuggiti dal loro mondo e ricercati dall’FBI. Inseguiti dalla guerra, dai circhi, dai manicomi, manipolati da ogni sorta di ciarlatani, Dorothy e i suoi compagni sognano di ritrovare quel regno di Oz che li ha visti nascere, alla ricerca disperata di una risposta su ciò che sono. CosmoZ racconta i primi cinquant’anni del Novecento, visti, vissuti e reinventati in un universo popolato da precipizi e da falsi guaritori, nel quale l’unica magia ancora degna di questo nome è la resistenza all’incubo. E nel contempo riscrive, con lo stile allucinato di un Thomas Pynchon e la corrosività di un Marco Ferreri, una storia senza tempo come Il mago di Oz: “puerile pietra sulla quale edificare il grande bunker pagano del XX secolo? Vaso di Pandora in pan di spezie? Gabbia di Faraday incrinata da cui fuoriescono violente folgorazioni elettromagnetiche? Libri d’ore, di minuti e di secondi, ognuno a scandire un conto alla rovescia eventualmente apocalittico? Che cosa racchiude, oltre a una ragazzina ingenua, un decerebrato di paglia, un grosso barattolo languoroso e una belva vergognosa? Cosa sperare da questo ciarlatano che si crede Merlino? Insomma, si sa come finisce il mondo? Tu lo sai, Dorothy?”.

     

     

    17,00 14,45 Acquista
  • In offerta!

    Una buona ragione per uccidersi

    di Philippe Besson

    «Un romanzo nel quale appare uno dei più bei ritratti femminili della letteratura recente, che troppo spesso dimentica di essere la voce di chi non ha voce. Una buona ragione per leggere Besson» Le Magazine Littéraire

    Il 4 novembre 2008, a Los Angeles, mentre l’America si prepara a eleggere il suo primo presidente di colore, Laura, in preda a una rassegnazione che pare insormontabile, e Samuel, devastato dalla morte del figlio, vacillano sul bordo del precipizio, insensibili all’entusiasmo che sta percorrendo il loro paese. Non si conoscono. I loro destini si incroceranno. Potranno salvarsi a vicenda? Romanzo sulla malinconia moderna, Una buona ragione per uccidersi esplora il sentimento di vuoto nel quale sprofonda la società contemporanea. Per descrivere questa solitudine, questi legami sempre più labili tra gli individui, Philippe Besson si concentra sui gesti meccanici che formano il nostro quotidiano, soffermandosi su un unico giorno, amplificandone ogni dettaglio, ingrandendolo e ponendolo sotto una luce spietata. Perché in fondo lo scorrere del tempo è tutto quello che rimane agli sconvolgenti personaggi di questo romanzo. Omaggio al film Una giornata particolare di Ettore Scola, al quale si richiama, questo libro evoca sullo sfondo un’America malata, ma ciò che ne emerge è qualcosa di ancora più vasto, e cioè che la disperazione, tra tutte le minacce che possono colpirci, è sicuramente la più spaventosa.

    16,00 13,60 Acquista
  • In offerta!

    L’amore ha tre dimensioni

    di Pierric Bailly

    «Dietro questo fulminante romanzo c’è uno scrittore vero, che d’ora in poi nessuno potrà più ignorare» Libération

    Questo libro racconta la storia di Maud e Luc. In effetti, per dire la verità, ci sono tre Maud, e Luc è innamorato di tutte e tre. E d’altra parte ci sono anche tre Luc. E in effetti, per dire proprio la verità, questa è una storia d’amore a tre dimensioni. E’ prima di tutto un romanzo «di formazione», che ha molto in comune con un film come I Quattrocento Colpi di François Truffaut, ma tutto sommato anche qualcosa in comune con Velluto Blu di David Lynch, e alla fine dei conti ha anche qualcosa in comune L’Odio di Mathieu Kassovitz; e pensandoci bene ha qualcosa in comune anche con I ragazzi della Via Pál di Ferenc Molnár, anche se qui ci sono anche molti incubi oltre a tante avventure, e questi incubi sono nelle strade e nelle vite; e volendo ha qualcosa in comune anche con Il giovane Holden di Jerome D. Salinger, perché anche in questo libro ci sono molti sogni, anche se questi sogni sono nelle teste di Maud e Luc, i protagonisti, e i protagonisti non sono due perché sono anche sei, e tutto è un po’ incasinato. Una storia di ragazzi, una storia d’amore, una storia di personalità da costruire. Cronaca generazionale, racconto studentesco, e molto altro ancora: feste, mattine sprecate, amicizie da inventare, ossessioni sessuali, DVD porno, e poi l’amore. Un romanzo diretto, forte, immediato, ironico, ma anche profondamente dolente e complesso, e con dentro una ricchezza lirica che lo rende indimenticabile.

     

    17,00 14,45 Acquista
  • In offerta!

    Compagni di viaggio

    di T.C. Worsley

    Tra eros gay e Guerra Civile spagnola, il libro cui si è ispirato Ken Loach per il suo film Terra e Libertà mai pubblicato in Italia

    T. C. Worsley narra in Compagni di viaggio (1971) la sua esperienza nella Guerra di Spagna, vissuta al fianco di Stephen Spender, ma racconta anche di molte altre vicende che hanno preceduto quel momento. Un romanzo a chiave, quindi, in cui è facile identificare nomi e volti di una stagione che espresse una risoluta visione a sinistra, anche se non necessariamente identificata nell’adesione al comunismo. La tensione tra i personaggi è in primo luogo quella tra i loro desideri e la realtà che li circonda, spesso troppo inferiore alle aspettative. Molti sono i ragazzi che scappano dal repressivo sistema delle Public Schools e che cercano di affermarsi altrimenti nella vita; gli intellettuali borghesi cercano di immedesimarsi nei panni dei proletari, maltrattati, e privi di ogni Welfare, ma spesso esprimono posizioni moralistiche. Al centro della vicenda sta la contrastata storia d’amore tra Tony Hindman, ex-militare passato al partito comunista, e Spender, che prima lo sostiene nel suo sviluppo intellettuale e poi lo abbandona, salvo poi battersi per salvarlo dal bagno di sangue del conflitto spagnolo. Intorno ci sono dame benintenzionate, nipoti di famiglie ricche ribelli senza motivo, aspiranti intellettuali, che si riuniscono in una libreria che ospita tutti senza distinzioni: un mondo dalle aspirazioni complesse quanto vaghe che si troverà sbalestrato di fronte alla violenza della Storia. Un’analisi magistrale della relazione tra sessualità, politica, cultura, narrata a più voci, in un gioco pirandelliano, che progressivamente smonta gli alibi e le false pretese.

    12,00 10,20 Acquista
  • In offerta!

    Rosa shocking

    di Adam Levin

    Dieci grotteschi mondi abitati da romantici senza speranza, omosessuali storpi, ideatori di bambole bulimiche, delinquenti, disadattati, ragazzi imbranati, coppie scoppiate, dieci realtà che mettono a nudo i nostri goffi tentativi di sfruttare il potere del linguaggio e dell’immaginazione. Rosa shocking è una surreale riflessione sull’incapacità di comunicare, sulla delusione, sul senso di colpa figlio del fallimento e sull’amore, che sa trasformarci in qualcosa che non avremmo mai pensato di diventare. E non sempre in senso positivo.
    Con questa raccolta Adam Levin si impone come nuova e audace voce americana capace di sfidare i limiti del racconto breve.

    15,00 12,75 Acquista
  • In offerta!

    Can che dorme

    di Françoise Sagan

    «In questo suo ulteriore capolavoro, Sagan inventa un mondo, un vuoto, un abisso, che riesce a raccontare con la sua profonda e inesauribile scrittura» Magazine Littéraire

    «Sagan si dimostra ancora una volta maestra nel leggere l’essere umano anche nei suoi aspetti più inaccettabili» Le Monde

    Pubblicato in Francia nel 1980, questo straordinario e tesissimo romanzo racconta una storia tragica e inesorabile eppure piena d’amore, di tenerezza, di passione. La sera, terminata la sua giornata di lavoro, il giovane Gueret torna a casa, nella sua stanza in affitto, fra le strade tristi di una città del nord della Francia, seguito da un buffo cane bastardo che lo segue passo passo. Il giovane uomo aspetta e teme il momento di incontrare Madame Biron, la proprietaria, una donna che ha passato la cinquantina, dura e ostile, dal passato dubbio, che ha per lui solo disprezzo e indifferenza. Ma un giorno, per un malinteso – un crimine e dei gioielli rubati – Madame Biron scambia il suo inquilino per quello che non è. Perché Gueret accetta di passare per un criminale? Perché questo gioco così sinistro? Che cosa desidera da quella donna? La sua amicizia, la sua fiducia o il suo corpo? Fino a dove lo condurrà questo gioco che assume cia via contorni sempre più morbosi? Can che dorme, uno degli ultimi romanzi di Françoise Sagan, l’autrice di Bonjour tristesse, si rivela un gioiello con toni e atmosfere alla Simenon e che non teme di scendere con coraggio nei temi più indicibili del rapporto tra uomini e donne.

    15,00 12,75 Acquista
Simple Share Buttons